Cassino. Si suicida un padre accusato di abusi sulla figlia 14enne

LuckyBusiness via Getty Images

LuckyBusiness via Getty Images

Vicino al cadavere non è stato trovato nessun biglietto.

Sulla morte dell'uomo indagano ora i carabinieri della compagnia di Pontecorvo e i colleghi della stazione di Roccasecca.

La salma è stata trasportata all'obitorio dell'ospedale Santa Scolastica di Cassino per gli accertamenti medico legali. Per questo, ritenendo il racconto della 14enne attendibile, ne aveva disposto l'allentamento dall'abitazione familiare, ritenendo altamente probabile "la reiterazione di condotte analoghe o diverse". E infatti la figlia maggiore, di 28enne, è stata vittima di un episodio simile, mai denunciato. Quando la mamma si allontanava la ragazza subiva abusi. L'ipotesi è stata confermata proprio dalla sorella.

"Scrivi una lettera a tua madre confessandole ciò che non hai il coraggio di dirle". "È entrato con la scusa di dover abbassare la tv...". L'incidente probatorio era fissato per febbraio e nel frattempo era stato vietato all'uomo di avvinarsi alla figlia.

Gli grida: "Sei gay" e lo pesta. La vittima perde un occhio
Lo dichiara Fabrizio Marrazzo portavoce di Gay Center e Responsabile del numero verde Gay Help Line . Poi ha rivolto le sue "attenzioni" sul ventenne.


L'uomo accusato di aver violentato la figlia 14enne si è tolto la vita.

Gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell'uomo erano emersi "con evidenza dalle parole scritte e dalle confidenze fatte" dalla minore all'insegnante e ai suoi familiari. L'uomo è stato trovato all'interno della chiesa vecchia, in località castello, nel centro storico di Roccasecca (Frosinone), nei pressi di Cassino.

L'agente di polizia penitenziaria accusato di aver abusato della figlia 14enne per mesi non ha retto allo scandalo e si è ucciso. Sono ovviamente tutte ricostruzioni senza la certa conferma dei diretti interessati e neanche degli inquirenti, dunque vanno prese con le "pinze" fino ad eventuali conferme in sede processuali: di certo però, il gran circo mediatico creatosi su una storia orrenda come quella di Cassino, potrebbe aver portato l'uomo a decidere di non volere più rimanere di fronte alle sue presunte responsabilità e quindi all'ancor più tragico suicidio.

Latest News