Diritti tv, 5 buste presentate per la Serie A 2018

La Lega Calcio replica a Sarri “Nessun favoritismo equilibrio tra anticipi e posticipi”

Diritti tv, 5 buste presentate per la Serie A 2018

Stando a quanto riporta l'agenzia Ansa, sarebbero 5 le buste presentate, alcune delle quali conterrebbero più di un'offerta. Sia Mediaset che Italia Way hanno optato per il B (stesso contenuto di A per il digitale terrestre, base d'asta 260 milioni di euro) e, stando agli ultimi aggiornamenti, anche Tim e Perform hanno avanzato offerte per la tipologia di pacchetto C. Nello specifico, parliamo di un gruppo di 248 partite riguardanti soprattutto le squadre più blasonate in modalità Iptv, internet, wireless.

Come atteso, a differenza dell'asta dello scorso mese di giugno quando decise di disertare la gara, Mediaset ha presentato un'offerta alla Lega Calcio Serie A per i diritti televisivi relativi al triennio 2018/2021. Triennio che vedrà operativo, già a partire dalla prossima stagione, il nuovo sistema di ripartizione dei ricavi introdotto dal ministro dello sport Luca Lotti.

Catalogna, Puigdemont in Danimarca, Procura Spagna chiede riattivazione mandato arresto
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Il viaggio di Puigdemont è una questione che però riguarda la magistratura.


Secondo le prime indiscrezioni trapelate, Sky sarebbe l'unica ad aver presentato un'offerta per quanto riguarda i diritti della piattaforma satellitare, sia per le 8 big della Serie A (Pacchetto A), sia per la multipiattaforma dedicata alle restanti 12 (Pacchetti D1 e D2).

L'obiettivo della Lega Serie A è il raggiungimento di un guadagno annuo di 1 miliardo e mezzo di euro, al netto degli oltre 950 milioni guadagnati annualmente dallo scorso pacchetto.

Latest News