Influenza raggiunto il picco di 4,7 milioni di casi

Più vicini a un vaccino universale contro l'influenza

Influenza raggiunto il picco di 4,7 milioni di casi

Per la prima volta dall'inizio della stagione virale l'influenza arretra.

La stagione dei record per quanto riguarda l'epidemia di influenza in Italia non si è ancora conclusa e sono ancora previsti in totale 8 milioni di casi al termine dell'attività, destinata comunque a proseguire ancora per diverse settimane.

Il livello di incidenza in Italia è pari a 13,11 casi per mille assistiti.

"Balla" rivede bianconero: "Vorrei il Genoa del secondo tempo con la Juve"
Oddo vola basso e pensa ancora alla salvezza, ma è ormai chiaro che la rosa di cui dispone deve puntare a ben altri obiettivi. Che saluta Pellegri: "C'è da congratularsi ma davvero tanto con chi lavora nel settore giovanile perché son davvero bravi".


Il livello di incidenza dell'influenza sulla popolazione nazionale (dati aggiornati alla seconda settimana del gennaio 2018) è pari a 13,73 casi per mille assistiti.

In Sardegna si registra un'incidenza complessiva pari a 15,44 casi per mille assistiti; di questi 30,26 casi per mille assistiti si registra nella fascia d'età 0 - 4 anni, 26,88 in bambini e adolescenti tra 5 e 14 anni, 9,61 tra i 15 e i 64 anni, e 3,80 per gli adulti oltre i 65 anni. Inoltre, per ridurre la trasmissione del virus è importante mettere in atto anche misure di protezione personali (non farmacologiche) come per esempio: - lavaggio delle mani (in assenza di acqua, uso di gel alcolici) - buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, trattare i fazzoletti e lavarsi le mani) - isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale - uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale quando si trovano in ambienti sanitari (ospedali). "Aumentare le calorie consumate, iniziando la mattina con latte, miele o marmellata e portando poi a tavola soprattutto zuppe, verdure, legumi e frutta, aiuta a rafforzare, con l'apporto di vitamine, le difese immunitarie".

Nella dieta anti influenza non vanno trascurati piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche) perché contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l'organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali. La fastidiosa tosse può essere sedata - spiega Coldiretti - bevendo il succo di un limone con un cucchiaio di miele, mentre sembra addirittura che tagliare delle fette di patata e metterle sulla fronte fermate con un foulard possa aiutare contro il mal di testa. E se si aggiungono problemi bronchiali i nonni contadini preparavano un decotto con 2 o 3 cucchiai di semi di lino, acqua e mezzo bicchiere di vino rosso fatti bollire per 2 o 3 minuti. "E per la convalescenza, nessun dubbio, mangiare pomodori crudi molto maturi o berne il succo aiuta - precisa la Coldiretti - a tornare presto in forma".

Latest News