Le sigarette elettroniche possono danneggiare il Dna

Lo studio: sigarette elettroniche dannose per il Dna

E-cig dannose per il Dna, ma sulla pericolosità gli scienziati sono divisi

Sulla rivista dell'Accademia americana delle scienze (Pnas), il gruppo guidato da Moon-shong Tang ha osservato in laboratorio effetti simili a quelli visti sul Dna dei roditori anche nelle cellule umane di polmoni e vescica, se esposte alla nicotina e a un prodotto carcinogeno derivato dalla nicotina, l'nnk (chetone nicotina-derivato della nitrosammina). Il grande fumatore, quello che consuma più di un pacchetto di sigarette al giorno e che dipende da loro al punto di non poterne rimanere senza, ci prova. Nelle cellule umane si è rilevato anche un maggior tasso di mutazione e trasformazione in cellule tumorali. Le sigarette elettroniche possono danneggiare il Dna, aumentando il rischio di malattie cardiache e di tumori ai polmoni e alla vescica. Il limite di questo studio, secondo Anthony Alberg, presidente di epidemiologia presso l'Arnold School of Public Health dell'Università della Carolina del Sud, è che manca un confronto con l'inalazione del fumo di sigarette.

Per Fabio Beatrice, professore all'Università di Torino e direttore della S.C. di Otorinolaringoiatria e del Centro Antifumo dell'Ospedale S. Giovanni Bosco di Torino "è necessario individuare la corretta prospettiva dalla quale analizzare lo scenario del fumo elettronico: le e-cig producono una quantità di sostanze cancerogene e irritanti nettamente inferiore rispetto al fumo tradizionale".

Non è vero che le sigarette elettroniche non abbiano controindicazioni. E quando questa grandezza viene correttamente analizzata, lo si fa mettendola a paragone con la produzione di cancerogeni delle sigarette tradizionali. "In questo modo, le evidenze scientifiche hanno dimostrato che le sigarette elettroniche producono sostanze nocive in misura di almeno il 95% inferiore rispetto al normale fumo da combustione dei prodotti del tabacco tradizionale".

Olimpiadi invernali PyeongChang 2018: ecco la lista completa dei convocati
Donne (6): Anna Cappellini, Nicole Della Monica, Charlene Guignard, Carolina Kostner , Valentina Marchei, Giada Russo . BOB - Uomini: Simone Bertazzo, Lorenzo Bilotti, Francesco Costa (riserva in Corea), Simone Fontana, Mattia Variola.


Si tratta di un dato "allarmante", secondo l'esperto, che però andrebbe confermato nell'uomo e quantificato rispetto al fumo di tabacco e sigaretta. Chi adopera quindi le sigarette elettroniche è più a rischio di sviluppare tumori ai polmoni e alla vescica e malattie cardiache rispetto ai non fumatori.

L'anno scorso i risultati di uno studio finanziato dal Cancer research Uk ha dimostrato che passare "dal fumo al vapore" ha effetti benefici per la salute.

La New York University, attraverso i suoi ricercatori, ha studiato le conseguenze del fumo delle sigarette elettroniche sia sui topi che sulle cellule umane.

Latest News