Elezioni: Berlusconi, non sarò a manifestazione Meloni 18/02

La Boldrini decapitata e il gruppo Fb pro attentatore

Elezioni: Berlusconi, non sarò a manifestazione Meloni 18/02

Lo ha detto la leader di FdI, Giorgia Meloni, intervistata da RaiNews24. Si capisce come per la Meloni questa possa diventare una bandiera ben visibile da sventolare in campagna elettorale, e come invece per Berlusconi non sia il primo tema da affrontare. "Rimango basita di fronte alle parole di Silvio Berlusconi che apre alla possibilità di 'coalizione allargata' e dice che non parteciperà alla manifestazione del 18 febbraio promossa da Fratelli d'Italia a Roma per dire no agli inciuci". Bisogna distinguere tra una coalizione scoperta e dichiarata e un accordo segreto tra i partiti. È stato dunque lo stesso Berlusconi a dover subito precisare il senso delle sue parole: "Non so dove la Meloni ha letto di una mia apertura ad una coalizione allargata: lo escludo nella maniera più assoluta".

Brescia, arrestato per rapina il figlio del procuratore capo
Secondo le prime ricostruzioni sembrerebbe che Buonanno abbia impugnato una mitraglietta durante la rapina . Buonanno sarebbe entrato in azione con altri due complici armati di bastone e pistola.


Berlusconi comunque continua per la sua strada. Poi parla degli avversari, prendendosela con Pier Ferdinando Casini che "mai sarei arrivato ad immaginare potesse candidarsi nel Pd" e dando atto a Matteo Renzi di aver "eliminato il comunismo" dal suo partito trasformandolo in una forza "socialdemocratica". Lei vorrebbe che il Cavaliere garantisse che dopo le elezioni, in assenza di numeri che consentano al centrodestra di governare da solo, non si trasformerà in "Renzusconi", costruendo un governo con il Pd. "Io rispondo per me, gli altri risponderanno per sé".

Latest News