Fisco: spesometro light rinviato al 6 aprile

Dichiarazione precompilata 2018. Nuove specifiche tecniche per spese sanitarie e previdenza complementare

Fisco: spesometro light rinviato al 6 aprile

La proroga dello spesometro light è stata stabilita da un provvedimento firmato dal direttore dell'Agenzia delle entrate Ernesto Maria Ruffini.

In via di principio, la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute ha periodicità trimestrale e deve essere effettuata entro l'ultimo giorno del secondo mese successivo a ciascun trimestre solare, con eccezione della comunicazione relativa al secondo trimestre, il termine è differito al 16 settembre (art. 21, comma 1, D.L. n. 78/2010).

Vediamo di seguito nel dettaglio le informazioni sullo spesometro contenute nel comunicato stampa dell'Agenzia delle Entrate. Dati che l'Agenzia utilizza per controlli incrociati su vasta scala, al fine di far emergere eventuali incongruenze e sollecitare i contribuenti a mettersi in regola non solo e non tanto per errori formali e "sviste" varie, per le quali l'Agenzia invia lettere ai contribuenti, quanto per abbattere l'evasione e le frodi, che ogni anno vanno ad incrementare il "tax gap" tra imposta teoricamente dovuta e quella effettivamente versata, fenomeno che riguarda soprattutto l'omissione di versamenti Iva già dichiarata che già nel 2014 si stimava valesse oltre 40 miliardi di euro l'anno. Nello specifico: per le fatture di importo inferiore a 300 euro registrate cumulativamente è possibile comunicare i dati relativi al documento riepilogativo anziché quelli dei singoli documenti.

Per agevolare i contribuenti e gli intermediari, il Fisco italiano appronta sul proprio sito internet due pacchetti software gratuiti, uno per il controllo dei file delle comunicazioni e uno per procedere con la compilazione.

Luca Traini in carcere, è accusato di strage aggravata
La terribile morte della giovane Pamela Mastropietro sarebbe all'origine della tentata strage di ieri. I carabinieri stanno dunque indagando su due altre chiamate di soccorso arrivate sabato mattina.


LE INTEGRAZIONI - Le nuove regole possono essere utilizzate anche per inviare le comunicazioni integrative di quelle errate riferite al primo semestre 2017.

Grazie al "pool" di regole introdotte ed approntate dall'Agenzia delle Entrate si dovrebbero "tagliare" definitivamente il numero di documenti e di comunicazioni da inviare al Fisco.

Dopo tanta attesa parte ufficialmente oggi, 5 febbraio 2018, la versione 'light' dello #spesometro portando con sé un'importantissima novità. Viene inoltre limitato il numero delle informazioni da trasmettere, perché diventa facoltativo (finora era obbligatorio) compilare i dati anagrafici di dettaglio delle controparti. Condividi su Facebook l'articolo appena letto.

Latest News