Premium - Lazio terza forza del campionato, ne sa qualcosa anche la Juventus

Inzaghi

Premium - Lazio terza forza del campionato, ne sa qualcosa anche la Juventus

Ma nel 2′ minuto di recupero è Laxalt a regalare alla squadra di Ballardini i tre punti che proiettano il Genoa a 24 punti.

La bravura di Ballardini è stata quella di non aver mai rinunciato a provare a vincere. Immediata la reazione dei biancocelesti che dopo soli quattro giri di lancette trovano il pari con Parolo. La formazione di Inzaghi non ha avuto continuità. Il pareggio arriva subito, con uno spunto di Parolo (il più pericoloso), ma la spinta finisce lì, né aiutano gli inserimenti di Nani e di Felipe Anderson, irritante al punto da meritarsi i fischi. Immobile unica punta, con Luis Alberto alle spalle.

LAZIO IMBRIGLIATA PER 45' - Pur prendendo in breve tempo possesso del centrocampo, la Lazio ha faticato a dare un'accelerata alla propria manovra. In chiave salvezza bel passo in avanti per il Genoa, che si porta a più sette dalla Spal terzultima. Viste le difficoltà ad arrivare palla al piede negli ultimi 20 mt, la squadra di Inzaghi dopo la mezz'ora ha finito per provare ad insidiare la porta con le conclusioni dalla lunga distanza di Murgia e Luis Alberto (2) che, però, non hanno impensierito Perin. Nella ripresa Goran Pandev e Marco Parolo accendono la sfida.

Pamela Mastropietro, niente accusa di omicidio per il nigeriano
Per questo è stato disposto l'esame tossicologico (che a differenza di quanto avviene nei film, non viene fatto in pochi minuti). Rimane in carcere Innocent Oseghale , il pusher nigeriano indagato nell'ambito della morte di Pamela Mastropietro .


Il tecnico rossoblu si è detto molto felice della prestazione dei suoi ragazzi, che hanno dimostrato nel corso di tutta la partita di essere una squadra. Cross di Caceres dalla destra, Parolo con un preciso colpo con l'esterno sinistro batte Perin. La Lazio non è riuscita nell'obiettivo di creare superiorità numerica sulle corsie esterne e ha iniziato a rischiare di rimessa. Inzaghi prova a vincerla: fuori Marusic e Murgia per Felipe Anderson e Nani ma è ancora il Grifone a farsi sotto con Laxalt, bravo a infilarsi nello spazio lasciato da Caceres e a battere il portiere laziale, incappando però nel var che annulla per fallo di mano. E Patric, messo al posto di Lukaku, peggio del compagno nel difendere. Invece è accaduto che Laxalt - al quale il Var aveva scippato un gol pochi istanti prima - al secondo minuto di recupero ha chiuso qualsiasi discussione e confezionato la rete tombale del 2-1. Una rivincita niente male per un giocatore che appena 5 giorni era stato praticamente ceduto alla Roma.

Lazio (3-5-1-1): Perin; Biraschi, Rossettini, Zukanovic; Pedro Pereira (83' Lazovic), Rigoni (65' Medeiros), Bertolacci, Hiljemark, Laxalt; Galabinov, Pandev (87' Bessa). All.

Latest News