Mario Rui: "Mostrata grande maturità, vittoria per Ghoulam e Chiriches"

Mario Rui

Mario Rui

Sinceramente non mi aspettavo che la Lega me lo desse, la deviazione di Piotr mi ha pure salvato da qualche fischio, non era un gran tiro. Ho trovato dei ragazzi eccezionali e umili, mi hanno accolto al meglio”. Ho ritrovato lo stesso Sarri che c'era ad Empoli: la voglia di far bene, di vincere, di curare ogni dettaglio. Appena arrivato mi hanno subito fatto sentire come a casa, sembra di essere qui da una vita.

Ai microfoni dei cronisti presenti in zona mista è poi intervenuto il terzino azzurro Mario Rui: "Il nostro obiettivo è sempre giocare per vincere, siamo stati bravi a ribaltare il risultato contro una squadra difficilissima".

Sull'avversario di sabato sera al San Paolo, la Lazio, al momento in uno stato di forma non brillante: "Si tratta di una grandissima squadra che merita tutto il nostro rispetto".

Sei Nazioni 2018: la formazione dell'Italia per la seconda giornata
Nella conferenza stampa di ieri, il capitano dell'Italia Sergio Parisse ha detto: "Sappiamo che all'Irlanda piace tenere molto il possesso della palla.


RUOLO IN CAMPO - "Io mi sento a mio agio sulla sinistra, a prescindere che giochi più alto o più basso: se capita che devo accentrarmi lo faccio perché conosco i movimenti ma preferisco rimanere largo". Dobbiamo migliorare l'approccio alla gara. Abbiamo ormai raggiunto un livello di maturità importante, da qui alla fine cercheremo di dare continuità a quello che stiamo facendo. "Mondiale? Mi piacerebbe, sarebbe un sogno per me".

Napoli è bellissima, adesso ho cambiato casa per cercare di viverla ancora meglio.

Latest News