Macerata, Renzi: Italia non si metta nelle mani degli estremisti

Renzi è sfida a due tra Pd e M5s e possiamo vincere

Macerata, Renzi: Italia non si metta nelle mani degli estremisti

"Vorrei che quei 13 milioni che hanno votato per il sì al referendum, sentissero la sfida delle elezioni come importante". Lo ha detto il segretario Pd Matteo Renzi intervenendo a CartaBianca su RaiTre.

Per replicare al M5s "abbiamo molti argomenti", scrive Renzi, che elenca: "I Cinque Stelle parlano di trasparenza e poi nascondono i loro bilanci: a Torino, invece di governare, hanno falsificato il bilancio del comune, con annesse dimissioni in blocco dei revisori dei conti, fatto inedito nella storia repubblicana".

Quello di Macerata è stato "un atto di razzismodevastante, da condannare con forza". Utilizzano i fondi parlamentari europei in modo illegittimo.

Piacenza, corteo anti-Casapound: scontri con polizia
Circa 400 manifestanti, hanno letteralmente aggredito le forze dell'ordine che presidiavano il centro cittadino e la zona della sede.


Sulla flat tax, Renzi dice che "taglia le tasse ai miliardari, il Pd taglia le tasse alle famiglie con figli e per noi questo è cruciale". Può succedere, ad esempio, che si facciano le famose parlamentarie on line e si scopre che solo un terzo degli iscritti (cioè 40 mila, forse) partecipa.

"Diciamolo con forza: noi vogliamo arrivare primi".

E se negli studi televisivi il dibattito sui programmi e' giustamente sacrificato a vantaggio del dibattito sulla recrudescenza fascista, Renzi mette mano alla seconda Enews settimanale - una 'edizione straordinaria' dopo quella consueta del lunedi' - per fare il punto della situazione a 24 giorni dal voto. L'ultima parola, tuttavia, spetta a Mattarella, come il segretario ripete in serata nello studio di Bianca Berlinguer: "Secondo me se non ci sono le condizioni" per formare un governo "e' giusto tornare al voto. Noi abbiamo fatto delle cose che nessun altro ha mai fatto e sono contento del lavoro di Minniti".

Latest News