A Milano un carabiniere è morto durante esercitazione

Carabiniere muore durante una esercitazione antiterrorismo

Carabiniere muore durante una esercitazione antiterrorismo

Ora e' indagato per omicidio colposo dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e dal pm Sara Arduini che dovranno verificare eventuali violazioni di misure di sicurezza e negligenze riguardo all'arma, utilizzata per la simulazione che era in corso e che coinvolgeva quattro militari, che ha sparato e che doveva invece essere scarica.

Andrea Vizzi aveva una decina d'anni di servizio e aveva trascorso un periodo alla stazione Arese prima di firmare la domanda per passare alle unità "antiterrorismo". Si chiamava Andrea Vizzi, aveva 33 anni ed era originario di Corigliano d'Otranto in provincia di Lecce. Vizzi era arrivato alle Api nel novembre 2017, il colpo che lo ha centrato all'emitorace destro è stato esploso a pochi metri di distanza. Entrando maggiormente nello specifico, il carabiniere è morto durante una esercitazione nella caserma Montebello in Via Vincenzo Monti. In quel momento pare che il 33enne non avesse il giubbotto antiproiettile di solito utilizzato per le esercitazioni. Nel frattempo, sono stati avviati tutti gli accertamenti. Il proiettile dell'M12 lo ha colpito al torace.

Un carabiniere è morto a Milano durante un'esercitazione all'interno della caserma Montebello, in via Vincenzo Monti. L'appuntato è stato trasportato al locale Policlinico, ove è deceduto poco più tardi.

Imprese in Italia: quelle straniere verso quota 600mila (+3,4% nel 2017)
I saldi positivi maggiori (la differenza tra iscrizioni e cessazioni) si sono registrate a Roma, Milano e Napoli. In Puglia su un totale di 380.553 imprese, il 4,9% (18.762) è costituito da imprese con titolari stranieri.


Nella caserma Montebello dove era in servizio Andrea Vizzi, si era costruito un clima familiare dove ognuno raccontava i propri problemi, si condividevano storie personali e fatica del lavoro, dopo una nottata in pattuglia.

L'incidente è avvenuto verso le 18 in uno spazio di addestramento ricavato nei garage della caserma. Il collega che ha esploso il colpo è stato accompagnato in stato di shock al pronto soccorso.

Secondo quanto si è appreso, il collega che ha sparato è ricoverato in stato di choc.

Latest News