Liga: combine Levante-Saragozza, Felipe Caicedo nella lista degli indagati

Gabi al Saragozza

Gabi ai tempi del Saragozza

I fatti risalgono al 21 maggio 2011, ultima giornata di campionato. Il Levante, già salvo, riceve il Saragozza, terzultimo e alla disperata ricerca di punti per restare in Liga. La partita fila dritta nel faldone delle gare sospette ma è solo quando, due anni dopo, Javier Tebas viene eletto a presidente della Liga che il caso finisce in tribunale: Tebas prende a cuore la battaglia contro la corruzione nel calcio, denuncia il fatto e non molla più il caso Levante-Saragozza.

Secondo quanto emerso dall'inchiesta, il Saragozza avrebbe versato quasi un milione di euro al Levante per perdere il match, e i soldi sarebbero stati poi intascati da giocatori e dirigenti. Secondo gli inquirenti basta confrontare la clamorosa differenza nelle spese dei giocatori da un'estate all'altra per andare in vacanza. Nel 2010 molti giovani del Levante spesero cifre alte in viaggi, non compatibili con i loro salari. Il ciclone che ha investito la Liga arriva con tutti i suoi spifferi dalla Spagna e si abbatte sull'Italia.

Il maxiprocesso si aprì nel 2013: a insospettire i magistrati fu la spesa media di 9 giocatori del Levante nell'estate del 2011, molto inferiore a quella dell'anno prima, indizio che i calciatori avessero una grande quantità di denaro cash da spendere.

Schiacciato dal suo camion a Napoli: muore un uomo
Per sgomberare il campo dalle ipotesi e rendere giustizia al defunto si attendono i rilievi delle forze dell'ordine, coordinate dal magistrato di turno.


Secondo Marca, il tribunale ora chiede due anni di carcere e 6 d'inibizione da qualsiasi attività legata al calcio per i 38 indagati.

I nomi più illustri nella lista degli indagati sono quelli di Gabi, capitano dell'Atletico Madrid al tempo al Saragozza; Ander Herrera, oggi allo United; il centravanti del Girona (ex Reggina) Stuani che segnò per il Levante; e appunto l'attaccante della Lazio, l'ecuadoregno Caicedo: questi non avrebbe incassato denaro ma figurerebbe nel registro degli indagati perché a conoscenza dei fatti.

Latest News