Cesena shock: studente sferra un pugno in faccia a un'insegnante

Prof picchiati la mappa

Centimetri 1 di 1

Unica "colpa" della docente, aver cercato di calmare l'esuberanza dello studente che stava disturbando la lezione, impugnando un cacciavite e roteandolo come se fosse una spada.

Secondo quanto ricostruito sinora, il giovane aveva assunto da un po' di tempo un comportamento strano. La professoressa ha comunque rimediato ferite al naso e una prognosi di cinque giorni.

Marco Baldini shock: "Ho tentato il suicidio per il gioco d'azzardo"
E infine la confessione più dura: " Sono andato ad un passo dal suicidio , ero sfinito da un certo tipo di vita". Il gioco d'azzardo gli ha letteralmente rovinato la vita.


Uno studente di una scuola media della Vallata del Savio, nella provincia di Cesena, ha sferrato un pugno ad una insegnante, apparentemente senza alcun motivo. Ma nel caso accaduto qualche giorno fa nella Valle del Savio non c'era nemmeno stato un rimprovero. Questa volta però tutto inutile, la reazione del ragazzino è stata violenta. Non avendo ancora compiuto 14 anni, non è considerabile penalmente responsabile dell'aggressione. Ma chi esercita la patria potestà, i genitori (o chi per essi) rispondono verso terzi dei danni prodotti dai loro figli. Ciononostante l'adolescente non aveva mai espresso tanta violenza. Il fatto che sia stato reso pubblico questo episodio significa anche voler tutelare il protagonista di questo episodio verso l'insegnante; infatti va aiutato a superare momenti di difficoltà.

Latest News