Embrione ibrido uomo-pecora creato in laboratorio negli USA

ANSA        
          +CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

Per la prima volta al mondo creato in laboratorio, negli Usa, un embrione ibrido uomo-pecora, in cui una cellula su 10.000 è umana.Circa un anno fa lo stesso gruppo di ricerca aveva realizzato un embrione di uomo e maiale, con una cellula umano su 100.000. L'ibrido, spiegano i ricercatori, è un passo verso la la possibilità, appunto, di far crescere organi umani negli animali. Ora gli scienziati progettano di impiantare staminali umane in embrioni di pecore che sono stati geneticamente modificati per sviluppare un pancreas nella speranza che le cellule umane introdotte crescano per sostituire l'organo mancante.

Questi embrioni sono stati ottenuti tramite una tecnica denominata Crispr, cioè Clustered Regularly Interspaced Short Palindromic Repeats, che in italiano può essere tradotto con "brevi ripetizioni palindrome raggruppate e separate a intervalli regolari".

Tra i principali vantaggi nell'uso degli ovini vi è il fatto che i loro embrioni si ottengono più facilmente attraverso la fecondazione in vitro, inoltre sono necessari minori embrioni da trapiantare per condurre gli esperimenti (per i maiali ne servono 50, per le pecore ne bastano quattro). Naturalmente col tempo verranno presi in considerazione anche altri organi, come ad esempio fegato e cuore.

Clamoroso: Il proprietario del Milan insolvente. Chiesta bancarotta in Cina
Dalle pagine del Corriere della Sera in edicola questa mattina arrivano notizie preoccupanti per i tifosi del Milan . Dubbi sull'operazione per l'acquisto del Milan .


I ricercatori devono capire se le cellule umane possano passare anche ad altri organi del maiale e della pecora, soprattutto nel cervello.

Non si tratta quindi di un esperimento di clonazione di cellule [VIDEO], ma di modifiche apportate a embrioni. Ma è davvero corretto far nascere e crescere simili creature solo per ucciderle e prelevare gli organi? Chiedono però di estendere a 70 giorni la possibilità di sviluppo di questi embrioni, perché 28 sono troppo pochi per verificare se la strada presa sia quella giusta. Per creare gli embrioni chimera bisogna superare due step.

L'innovazione giunge dagli scienziati della California Davis al meeting universitario della 'American Association for the Advancement of Science' di Austin, in Texas.

Latest News