Il Benevento batte il Crotone 3-2, decisivi Sandro e Diabatè

Serie A- Il Benevento ci crede di più il Crotone crolla all'ultimo minuto

Il Benevento batte il Crotone 3-2, decisivi Sandro e Diabatè

Che poi sia vista con troppa o poca pressione, è nel nostro lavoro, riuscire a dare tutto dovrebbe essere una normalità. "Dobbiamo fare quello che abbiamo preparato e farlo bene".

Il Benevento è più vivo che mai e lo dimostra battendo il Crotone per 3 a 2 al termine di una gara dalle mille emozioni: la formazione di Walter Zenga sbarca al Vigorito con l'obiettivo di strappare i tre punti e staccarsi ulteriormente dalla zona retrocessione, approfittando dell'impegno della Spal contro la capolista Napoli. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Sarà anche una missione impossibile, ma il Benevento torna a credere nella salvezza dopo aver superato 3-2 il Crotone nell'ennesima partita rocambolesca, con i tre punti agguantati agli sgoccioli di una partita viva, piena di gol e con sette ammonizioni. Le soluzioni che stiamo testando in allenamento non sono figlie dell'emergenza. Siamo una buona squadra e giocando in questo modo possiamo farcela.

Pronti, via e il Benevento si rende subito pericoloso: sugli sviluppi di un calcio d'angolo Coda prova la girata al volo, ma Martella respinge. "E' antipatica e non corretta questa distinzione, a me non piace neanche".

Palermo, facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati
Un padre e una madre arrestati in provincia di Palermo per sfruttamento della prostituzione minorile e violenza sessuale . A scoprirlo i carabinieri della Compagnia di Partinico e per i 4 indagati sono stati disposti i domiciliari .


"Ai giocatori dico che non guardo il calendario ma in realtà non è così".

Una task force, coordinata sul campo da funzionari della Questura di Benevento, ha curato il complesso dispositivo che, anche in questa occasione, nonostante l'elevato profilo di rischio del match, ha permesso che non si registrassero episodi particolarmente preoccupanti, eccezion fatta, come accennato, per l'esplosione in curva ospiti di due grossi petardi.

MOTIVAZIONI - Per salvarsi in serie A non servono motivazioni per giocare ma si deve solo lavorare al massimo senza dimenticare l'obiettivo.

Non è il momento di fare calcoli, li potremo fare ad aprile. Ora non si può sbagliare niente.

Latest News