L'80% dell'utile netto Poste Italiane dato dai dividendi

E-commerce a gonfie vele

L'80% dell'utile netto Poste Italiane dato dai dividendi

La quotata di Piazza Affari ha archiviato il 2017 con un utile netto di 689 milioni di euro che ha decisamente rivisto le previsioni degli esperti a 658 milioni di euro.

Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale, ha così commentato: "I risultati preliminari 2017 evidenziano la forza di Poste Italiane e la sua capacità di generare redditività, di fornire servizi di qualità ai clienti e nello stesso tempo di creare valore per gli azionisti e i dipendenti".

Utili più forti del previsto nel 2017 per le Poste Italiane, anche se i ricavi risultano leggermente inferiori alle aspettative del mercato. "Il 2017 ha inoltre registrato un consistente aumento della raccolta BancoPosta e del risultato operativo di PosteVita".

Al mercato è piaciuta però in particolare la conferma che la società distribuirà l'80% dell'utile netto preliminare del 2017, ossia una cedola di 0,42 euro per azione, in aumento del 7,7% rispetto al 2016 e sopra le stime di 39 centesimi anticipate dagli analisti. Incoraggiante l'aumento dei ricavi nel comparto pacchi, segno della capacità dell'azienda di cogliere le crescenti opportunità dello sviluppo dell'e-commerce in Italia.

All Star Game NBA, trionfa il Team James
Steph Curry e Damian Lillard sonostati i migliori del Team Stephen con 21 punti a testa. Abbiamo fatto le cose nel modo giusto, mostrando il nostro talento e le nostre qualità.


I ricavi totali del gruppo, inclusivi dei premi assicurativi, hanno segnato una crescita dell'1% rispetto all'esercizio precedente e si attestano a 33,4 mld. Confermato l'obiettivo di espandere l'attività nelle polizze unit linked e index linked.

A fine 2017 la posizione finanziaria netta industriale di Poste Italiane evidenziava un avanzo di 1,03 miliardi, in miglioramento del 15,2% dagli 893 milioni di 12 mesi prima.

Poste ha chiuso lo scorso anno con ricavi pari a 33,4 miliardi di euro, in salita dell'1% rispetto ai 33,1 miliardi del 2016. Su questo fronte il risultato operativo alla fine del 2017 è stato pari a 840 milioni, +32,1% rispetto ai 636 milioni del 2016. "Il calo dei ricavi da terzi per i servizi postali di Corrispondenza (-8,8% rispetto al 2016), risente - scrive Poste - dalla rilevazione nel 2016 di compensi one-off per € 108 milioni a parziale copertura dell'onere del servizio universale, di competenza di anni precedenti e della riduzione dei volumi dei prodotti postali (-9,7%), comunque ridotta rispetto al trend del 2016 confrontato con l'anno 2015 (-11,0%)". Raccolta cumulata diretta e indiretta: € 506 miliardi, +2,7% (€ 493 miliardi al 31.12.2016).

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Latest News