Morbillo: Italia in coda all'Eurozona per vaccinazioni e contagi

Archivio CdT

Archivio CdT

I dati diffusi dal nuovo report confermano le stime del novembre scorso, che già davano il nostro Paese tra i primi in Europa per i casi di morbillo: 5.006 quelli registrati lo scorso anno, in aumento del 481% rispetto ai soli 862 del 2016. Lo rende noto l'ufficio europeo dell'OMS, l'Organizzazione mondiale della sanità, in occasione dell'incontro tra i ministri della Salute europei in Montenegro. Anche il numero di decessi è stato particolarmente elevato: 35 in tutto.

Secondo i dati, epidemie preoccupanti di morbillo hanno colpito 1 Paese europeo su 4: l'ondata di casi del 2017 ha visto grandi epidemie (100 o più casi) in 15 dei 53 Stati della Regione. Quindici i paesi teatro delle epidemie più consistenti, di cui i primi tre sono stati Romania, Italia e Ucraina.

Calciomercato Juventus, Marchisio ci pensa: a giugno MLS o Cina
Nonostante i tanti infortuni, il numero 8 non ha trovato spazio nelle scelte di Allegri . Ecco la reazione social della Sinopoli nella nostra gallery .


Duro il commento di Zsuzsanna Jakab, direttrice dell'area regionale europea dell'Oms: "Ogni nuova persona affetta da morbillo in Europa ci ricorda che, indipendentemente da dove vivono, adulti e bambini non vaccinati rimangono a rischio di contrarre la malattia e di diffonderla a chi non ha potuto vaccinarsi". Ci sono poi Grecia (967), Germania (927), Serbia (702), Tagikistan (649), Francia (520), Federazione russa (408), Belgio (369), Regno Unito (282), Bulgaria (167), Spagna (152), Cecenia (146) e Svizzera (105) che hanno registrato ampi focolai, molti dei quali in calo, però, alla fine del 2017. "Oltre 20.000 casi di morbillo e 35 vite perse solo nel 2017 - ha proseguito la dirigente - sono una tragedia che semplicemente non possiamo accettare". Con l'obiettivo, tra gli altri, di arrivare all'eradicazione completa di morbillo e rosolia.

Per far fronte a questi numeri drammatici l'OMS ha sottolineato l'importanza della sensibilizzazione dell'opinione pubblica sulla vaccinazione, così come dell'immunizzazione degli operatori sanitari e degli adulti più a rischio e di una migliore pianificazione delle strategie di prevenzione.

Latest News