Inferno Ghuta in Siria: "250 civili uccisi in 3 giorni"

Inferno Ghuta in Siria:

Inferno Ghuta in Siria: "250 civili uccisi in 3 giorni"

Il Ghouta orientale conta circa 400mila abitanti, che vivono sotto assedio dal 2013. Amnesty International ha precedentemente documentato l'assedio illegale della Ghuta orientale e gli attacchi illegali contro i civili da parte del governo siriano, in violazione del diritto internazionale umanitario, anche con l'uso delle bombe a grappolo messe al bando a livello internazionale. Lo riferisce l'Osservatorio siriano innalzando il precedente bilancio.

Questa mattina l'Agenzia di stampa araba siriana ha denunciato che colpi d'artiglieria provenienti dalla Ghuta orientale e diretti verso la periferia della capitale Damasco hanno causato cinque morti e 20 feriti tra i civili.

Napoletani scomparsi in Messico, il Governo assicura: "La polizia locale non c'entra"
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Siamo convinti che siano reclusi in un carcere del Messico .


E mentre la Russia, forte alleato del governo siriano, smentisce di partecipare ai raid sulla Ghuta, l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ha comunicato che negli ultimi due giorni nell'area assediata sono stati colpiti sei ospedali, provocando "decine di morti" e lasciando senza assistenza migliaia di persone. "I feriti stanno morendo semplicemente perché non possono essere curati in tempo", ha detto Marianne Gasser, la responsabile della Croce Rossa in Siria. Il conflitto in Siria, scoppiato il 15 marzo del 2011, ha fatto più di 340mila morti. Intanto, nell'area di Afrin, dove ieri era stato respinto un attaco degli uomini di Assad, le forze turche hanno allargato la loro area di controllo nell'area a ridosso della frontiera, dove si trova l'enclave curdo - siriana, in mano alle milizie dell'ala locale del Pkk.

Latest News