Napoletani scomparsi in Messico, il Governo assicura: "La polizia locale non c'entra"

Napoletani scomparsi in Messico, il Governo assicura:

Napoletani scomparsi in Messico, il Governo assicura: "La polizia locale non c'entra"

Le autorità messicane hanno detto oggi di aver chiesto a Roma la fedina penale di sei cittadini italiani, dopo che tre di loro sono scomparsi nello stato occidentale messicano di Jalisco alla fine di gennaio, si presume per mano della polizia.

Dalle anticipazioni di stasera, 21 febbraio, di Chi l'ha visto sappiamo dunque che i protagonisti saranno: Raffaele Russo, suo figlio Antonio e il nipote Vincenzo Cimmino sono i tre napoletani scomparsi a Tecalitlan, 700 km da Città del Messico, dallo scorso 31 gennaio.

I tre italiani appartengono a una stessa famiglia. Il procuratore dello Stato di Jalisco, ha dichiarato in una conferenza stampa che i 33 agenti della polizia locale di Tecalitlan saranno trasferiti nel capoluogo Guadalajara.

Dal lunedì al venerdì va in onda Chi l'ha visto?

La conduttrice Federica Sciarelli si soffermerà nel corso della puntata sugli aggiornamenti riguardanti l'omicidio di Jessica Valentina Faoro, la ragazza di soli 19 anni, uccisa a Milano, mentre era in casa dell'autista del tram Alessandro Garlaschi.

EMA, tutto pronto per la missione del Parlamento Europeo ad Amsterdam
Palazzo Milano ricorre alla corte dei Conti europea contro l'assegnazione all'Olanda della sede di Ema , che lascia la Londra del post Brexit.


L'ultima volta che Mario De Vita, altro nipote di Russo, ha avuto notizie dei tre, erano stati arrestati da una polizia in una stazione di servizio, ha riferito ad Afp. Lopez ha anche dichiarato che a breve potrebbe essere aperto un fascicolo per indagare sul coinvolgimento della criminalità organizzata nella scomparsa dei tre parenti napoletani, attraverso la Seido, la procura specializzata nel contrasto al crimine organizzato.

"Jalisco Raul Sanchez - non solo per i tre che sono scomparsi".

Siamo convinti che siano reclusi in un carcere del Messico.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Latest News