Meloni: "Ci negano Piazza Vittorio, ma noi sabato ci saremo lo stesso"

Elezioni 2018 in Sardegna arriva Giorgia Meloni

Meloni: "Ci negano Piazza Vittorio, ma noi sabato ci saremo lo stesso"

"Sono arrivata percorrendo la Salaria - ha raccontato la Meloni - e mi sono resa conto che le condizioni delle infrastrutture, delle attività produttive e delle case, testimoniano la lentezza con la quale si è andati avanti nella ricostruzione e ciò la dice lunga sugli interessi della politica rispetto ai cittadini comuni". Alla manifestazione nella capitale, domenica ha preso parte anche una delegazione salernitana di attivisti e candidati del partito della Meloni.

Nel corso dell'intervista, la candidata premier ha anche attaccato l'ex Presidente della Repubblica: "Giorgio Napolitano, ricordiamoci, è responsabile della destituzione dell'ultimo governo scelto dai cittadini, del pupazzo dei poteri forti Mario Monti che fu proprio un governo del Presidente, del governo Letta, del governo Renzi".

Super Mario Odyssey si aggiorna alla versione 1.2.0
Trovando i palloncini nascosti e diventando esperti nasconditori, i giocatori potranno avanzare in classifica. L'update include anche tre costumi inediti con cui personalizzare Mario: Sunshine , Musicista e Armatura .


"Noi governi con la sinistra non ne faremo mai". "Non è un problema tra me, Salvini e Berlusconi, non è che io mi sono sposata con Salvini e Berlusconi". Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, getta un ponte agli alleati. Io in prima persona sono stata aggredita a Livorno da quelli dei centri sociali che stanno facendo di tutto; nel comune di Pontedera ci è stato impedito di fare il nostro banchetto elettorale da un sindaco Pd che non ci ritiene una realtà democratica, nonostante siamo un partito presente in Parlamento. "Non vogliono farci manifestare e per questo dico che sabato saremo comunque a piazza Vittorio".

"Ho proposto una manifestazione unitaria del centrodestra per chiudere la campagna elettorale, ma se mi si invita alle manifestazioni di chiusura degli altri partiti non è quello l'intento, che è invece quello di dare un segnale di forza di una coalizione che può vincere e che vincerà - ha concluso Meloni - Noi abbiamo proposto la data del primo marzo - siamo disponibili a valutare il posto con gli altri alleati, anche se preferirei una città del centro-sud visto che al nord abbiamo già fatto molte manifestazioni".

Latest News