Berlusconi: "Pronto a candidarmi il prossimo anno". Pressing su Tajani

Berlusconi

Berlusconi: "Pronto a candidarmi il prossimo anno". Pressing su Tajani

"Mi piacerebbe che fosse lui" il candidato premier di Fi e infatti "siamo rimasti d'accordo che spetterà a lui" dire "se sarà disponibile". Così a "Italia 18" su Sky TG24 HD il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in merito alla possibile premiership in caso di vittoria del centrodestra. Sul prossimo programma di governo però, Silvio Berlusconi prova a fugare ogni dubbio dichiarando a Radio1: "Io ho iniziato a preparare il programma un anno fa, l'hanno visto i leader della coalizione 5 mesi fa, io sono andato avanti avendo accettato le loro osservazioni, poi l'abbiamo messo sul tavolo di tutti gli esperti, i tecnici, gli economisti, che i vari partiti hanno portato a questo tavolo ed è venuto fuori un programma firmato articolo per articolo da tutti i leader della coalizione". Io ero in buona fede, pensavo di poter contare sulla lealtà, non dico a me, ma una lealtà nei confronti degli italiani, di chi invece poi ha dimostrato di avere interesse solo a mantenere un posto in Parlamento. A rassicurare gli italiani ci pensa sempre Berlusconi, il quale sostiene che, rispetto al passato, gli alleati sono concordi su tutta la linea programmatica in quanto si è costruito un programma che unisca i tre pensieri politici.

Ferrovie, ritardi sulle tratte per Roma a causa del maltempo
Alcune tratte sono state cancellate e per quelle per cui è continuato il servizio si sono avuti ritardi anche di cinque ore. Riesce a ripartire da Napoli in direzione Reggio Calabria soltanto alle ore 14:05; ovvero 140′ dopo l'orario ufficiale.


Secondi i dati forniti da associazioni che si occupano del fenomeno migratorio, come la Fondazione Ismu e Idos, il numero di stranieri presenti irregolarmente in Italia sarebbe più basso: tra i 300mila e i 500mila, ossia meno di un decimo del totale della popolazione straniera (circa 6 milioni). "Sono certo - conclude il presidente Berlusconi - che la Lega darà un contributo importante alla nostra vittoria". Io mi fido di loro e sappiamo tutti che non c'è altra strada che quella di liberarci dall'eccessiva oppressione fiscale per far ripartire l'Italia. Chi potrebbe assicurare che questa volta gli alleati non giocheranno l'ennesimo tiro mancino a Forza Italia? Sia Berlusconi che Salvini sono convinti che il centrodestra vincerà le elezioni, arrivando a una maggioranza in grado di governare il paese. "Ma la coalizione con la Lega è solida, abbiamo programma comune", ha aggiunto.

Latest News