Carrozze come celle frigorifere, la denuncia del Comitato pendolari di Orte

Carrozze come celle frigorifere, la denuncia del Comitato pendolari di Orte

Carrozze come celle frigorifere, la denuncia del Comitato pendolari di Orte

A denunciare l'effetto 'Burian' sui trasporti italiani sono i pendolari, coloro che ogni giorno viaggiano da una città all'altra per studio o lavoro. Ma sicuramente i passeggeri del treno regionale Trenord 2143, partito ieri mattina da Domodossola e arrivato a Milano Garibaldi poco dopo le 7.30, non si aspettavano di trovarsi a viaggiare su una "carrozza frigo". Abbiamo segnalato anche pericolose formazioni di ghiaccio in prossimità dei passeggi di intercomunicazione tra un vagone e l'altro. "Vogliamo viaggiare in modo SICURO e DIGNITOSO", chiosano dal Comitato Pendolari Orte. Carrozze completamente ghiacciate e cumuli di neve all'interno dei vagoni: questo lo spettacolo che si è offerto ai loro occhi. Altre carrozze, più “fortunate”, non avevano neve all interno ma il riscaldamento non riusciva a portare la temperatura interna a valori accettabili. "Si litigava tra passegferi per fare posto, c'è chi voleva salire per forza anche se non c era posto".

"E in ogni caso senza specificare", - continua la nota - visto che molti dei treni programmati erano quelli con meno fermate, se ad essi sarebbero state assegnate anche quelle nelle stazioni cosiddette minori: solo a posteriori si è scoperto che questa misura è stata presa 'random', col risultato che ad esempio a Palidoro si è stati per ore senza treni e senza sapere cosa aspettarsi, visto che neanche i siti in tempo reale riportavano le informazioni aggiornate.

Maltempo: neve e gelo fanno i bagagli
Mentre a Sanremo, alle 6,30, si è registrata una temperatura decisamente più alta rispetto a ieri: + 5 gradi. Un modo per sfogarsi e esorcizzare magari le possibili code che si dovranno affrontare questa sera...


Nella tratta Roma-Napoli, precisamente alla stazione di Campoleone questa mattina il primo treno è passato addirittura alle ore 7.50. Il treno 4908 (Brescia 6.50 - Bergamo 7.51) ha viaggiato con 28 minuti di ritardo, "per le ripercussioni di un guasto agli impianti che regolano la circolazione dei treni lungo la linea". "Desideriamo quindi esprimere apprezzamento per il lavoro svolto da Ferrovie Nord che ha garantito buone condizioni di esercizio per i nostri treni".

Latest News