Serracchiani: "Berlusconi schiacciato da CasaPound e Salvini"

Salvini e il giuramento sul Vangelo

Matteo Salvini

Il leader del Carroccio, Matteo Salvini, ha 'giurato' fedeltà alla Repubblica, fingendo di essere nominato premier al Quirinale.

Il leader di CasaPound ha inoltre bocciato la proposta di Giorgia Meloni di chiudere i centri sociali: "Non tutti sono dei covi di violenza - ha affermato - ce ne sono alcuni che operano in un'altra maniera e che fanno iniziative a volte anche interessanti". Dopotutto, per esempio, le piccole e medie imprese che rifornivano mobili alla Russia hanno dovuto chiudere.

Lo ha detto Simone Di Stefano, leader nazionale del movimento neofascista, in un'intervista radiofonica. Della stessa opinione riguardo alle sanzioni è anche Forza Italia: "È anche importante che l'umore per abolire le sanzioni sia un desiderio non della sola Lega".

"Siamo creature - aggiunge - e già le promesse non le manteniamo, figuriamoci "ti giuro".

Giorgia Meloni in versione super-sexy al fianco di Luca Telese
Durante Matrix ha detto a questo proposito "Io dico a quelli che vogliono votare centrodestra e non vogliono rischiare che ci siano scenari non chiari, votino Fratelli d'Italia .


Anche Bartolomeo Amidei di Fratelli d'Italia, ha ribadito l'importanza delle relazioni tra Italia e Russia allo stesso quotidiano russo: "Fratelli d'Italia è molto attento a trovare una soluzione equa nello stabilire relazioni con la Russia - sia a causa di legami storici e culturali, sia per ragioni economiche".

E sulla manifestazione unitaria di giovedì: "all'Atlantic a Roma sarebbe bello" essere tutti insieme ma "non mi hanno ancora risposto, al massimo la faccio da solo. Ovviamente, quando c'è buona volontà da entrambe le parti, ci sarà sempre una soluzione". "Ci sono tutti i margini per ricucire - conclude Ceccardi -: per vincere a Pisa abbiamo bisogno di tutte le persone valide del centrodestra e Latrofa può e deve far parte della squadra". Quella italiana, inoltre, è stata la prima delegazione europea ufficialmente invitata in Crimea a soli pochi mesi dal referendum tenutosi nel 2014 nella penisola.

Il lavoro "Quello che non ha fatto il Pd - ha esordito Salvini in un hotel cittadino - è quello che faremo noi al governo è difendere il lavoro, le imprese e gli operai italiani, vietando che chi ha preso finanziamenti pubblici licenzi a Terni e assuma in Polonia, Romania e Pakistan". Inoltre, persino due guerre mondiali non sono riuscite a rompere questa connessione.

Sono proprio i territori in difficoltà a pagare la tassa più alta, in termini di opportunità occupazionali e di servizi. "Inoltre, i nostri Paesi sono associati da relazioni commerciali serie, che saranno rinnovate dopo che il nostro partito sarà salito al potere".

Latest News