Elena Santarelli sul tumore del figlio: "Non si lamenta mai"

Elena Santarelli rivela la malattia del figlio Jack

Elena Santarelli sul tumore del figlio: "Non si lamenta mai"

La bella showgirl Elena Santarelli, dopo mesi di religioso silenzio, è ritornata a parlare della malattia del figlio Giacomo - di o, preoccupati, tto anni e avuto dal calciatore Bernardo Corradi - stavolta attraverso i social network, rispondendo a dei follower su Instagram che le chiedevano notizie sullo stato di salute del piccolo.

Poco prima di Natale la nota showgirl aveva pubblicamente parlato della malattia che ha colpito il suo primogenito, Giacomo. Ed ecco che oggi, Elena Santarelli mette a disposizione tutta la sua popolarità e influenza mediatica per sollecitare le coscienze di tanti, che con il loro piccolo contributo possono fare la differenza.

"Mio figlio Giacomo non ha la leucemia, ha un altro tumore". Insomma, cose che sarebbero pesanti per noi e invece questi piccolini entrano ed escono dall'ospedale come se nulla fosse, vi mando un abbraccio grande grande.

Elena Santarelli rivela la malattia del figlio Jack
Elena Santarelli sul tumore del figlio: "Non si lamenta mai"

La Santarelli è, giustamente, fierissima del figlio e di come sta affrontando la malattia, senza quasi lamentarsi.

Elena Santarelli ha poi promosso l'iniziativa della Heal Onlus, che avvierà una raccolta fondi per sostenere la ricerca. "Jack mi parla e forse è più semplice per noi". Conosce la verità per quanto un bimbo possa sapere e sentire e capire. "La nostra battaglia continua e procede con la massima positività - ha quindi sottolineato -". "Se mi avessero detto mesi fa 'tuo figlio dovrà combattere contro il tumore' avrei risposto come te - riflette Elena -".

"Tra poche settimane sarà Pasqua, l'uovo che vedete in foto è dell'associazione Heal.Heal Onlus, fondata da famiglie di bambini colpiti da tumori cerebrali e da medici, infermieri e biologi che quotidianamente operano a favore della cura e della ricerca nell'ambito della neuro- oncologia pediatrica". L'obiettivo della fondazione è stato promosso dalla stessa Elena Santarelli: "Il loro impegno, prima come singoli individui poi come struttura associativa, è volto a finanziare progetti di ricerca scientifica al fine di favorire lo studio, la prevenzione e la cura dei tumori infantili del sistema nervoso centrale i quali, seppur rari, sono per incidenza i tumori solidi più diffusi in età pediatrica, rappresentando una importante causa di mortalità o di invalidità permanente tra i più piccoli".

Si schianta aereo in Nepal: almeno 50 morti, ci sono superstiti Foto
Come confermato da fonti aeroportuali dello scalo di Katmandu, a bordo dell'aereo vi erano 67 passeggeri e 4 membri dell'equipaggio.


Latest News