Oseghale intercettato: "Ho ucciso Pamela da solo"

Pamela Mastropietro Innocent Oseghale

Oseghale intercettato: "Ho ucciso Pamela da solo"

Secondo quanto riporta Il Giorno, parlando con la sua compagna all'interno del penitenziario, Oseghale avrebbe detto: "Sono stato io, e ho fatto tutto da solo". Un'intercettazione in carcere potrebbe inchiodare il nigeriano Innocent Oseghale per l'omicidio di Pamela Mastropietro, la diciottenne romana fuggita dalla comunità Parsil 29 gennaio e ritrovata in pezzi, dentro due trolley abbandonati lungo il bordo di una strada a Casette Verdini di Pollenza, in provincia di Macerata, il 31 gennaio scorso.

Durante il colloquio con la ragazza italiana dalla quale ha avuto un figlio, Oseghale si sarebbe lasciato sfuggire quella che suona come la più amara delle confessioni, un'ammissione di colpa chiara e apparentemente definitiva: "Ho ucciso io Pamela". Viene così a crollare la tesi che ha sempre sostenuto di fronte agli inquirenti, cioè quella di essere fuggito quando Pamela si è sentita male per un'overdose di eroina. Il nigeriano ha chiesto di rivedere la ragazza, e l'incontro si è tenuto in carcere. E Oseghale, come detto, si sarebbe addossato l'intera responsabilità del delitto.

Ancelotti: "Roma, rimonta possibile in Europa. Io in Nazionale? Ipotesi non lontana"
Di Biagio fa bene a convocarlo? Ha fatto bene ad affidare la panchina a Di Biagio e ad aspettare magari per una sua possibile conferma.


Il suo dna, in queste ore, è stato trovato dagli esperti sul corpo martoriato e fatto a pezzi della ragazza. Inoltre, il cadavere di Pamela è stato sezionato in maniera molto precisa e accurata e un uomo solo, in poche ore, non avrebbe potuto compiere tale atto. Ci sono infatti diversi elementi che potrebbero inficiare la credibilità delle affermazioni intercettate con le microspie e mettere in dubbio che Oseghale abbia agito da solo. Il luminol dei Ris ha trovato tracce soltanto sul bancone, mentre tutte le altre erano state accuratamente cancellate.

Latest News