"È molto probabile che la Russia sia responsabile" dell'attacco con

Una bandiera britannica a Mosca

"È molto probabile che la Russia sia responsabile" dell'attacco con

May -che ha spiegato come il gas nervino utilizzato nell'aggressione di domenica 4 marzo, sia di un tipo militare e prodotto in Russia- ha chiesto a Mosca di chiarire la sua posizione e dare una risposta entro domani. Quest'ultimo aveva detto che gli Stati Uniti hanno piena fiducia nella valutazione del Regno Unito secondo cui la Russia sarebbe stata probabilmente responsabile dell'avvelenamento. Lo ha detto la premier Theresa May in parlamento, sulla base delle indagini condotte finora, informando che l'ambasciatore di Mosca è stato convocato stamattina e dovrà "rispondere entro domani" a domande che gli sono state rivolte: ossia se la Russia abbia condotto l'attacco o "abbia perso il controllo" di sostanze pericolose dai suoi laboratori chimici. Theresa May ha infatti ricordato il, per certi aspetti analogo, caso Litvinenko, la contestata annessione della Crimea e le accuse di interferenze nelle elezioni in altri Paesi da parte di esponenti vicini all'oligarchia russa. Mentre l'ambasciata russa a Londra si era detta "oltraggiata dalla campagna anti-russa portata avanti dai media" britannici "allo scopo di esercitare pressione sugli investigatori e di influenzare psicologicamente l'opinione pubblica con la connivenza" di ambienti politici. La Bbc, intanto, ha riportato la secca risposta di Vladimir Putin interpellato sul caso Skripal dopo le innumerevoli smentite del Cremlino su ogni ipotesi di coinvolgimento: "Prima fate chiarezza da voi, poi ne discutiamo", ha tagliato corto il presidente russo riferendosi alle indagini britanniche. Le due vittime sono ricoverate in condizioni critiche.

La povertà cresce ancora, Bankitalia: quasi 1 persona su 4 a rischio
La quota di famiglie proprietarie dell'abitazione di residenza è rimasta sostanzialmente stabile rispetto al 2006. Nel 2016 il reddito equivalente medio è salito del 3,5% interrompendo una caduta pressoché continua dal 2006.


"Non è stato solo un crimine contro Skripal - ha aggiunto - ma anche un atto dissoluto contro il Regno Unito".

Latest News