Sabrina Misseri scoppia a piangere in tv

Sabrina Misseri scoppia a piangere in tv

Sabrina Misseri scoppia a piangere in tv

"L'hanno presa!", quando ancora non avrebbe avuto motivo di ipotizzare il peggio per un ritardo all'appuntamento di pochi minuti da parte della cugina - si sarebbe affrettata a chiedere i diari per verificare se su quelle pagine Sarah avesse annotato qualche episodio particolare che la riguardasse e che potesse portare gli inquirenti a sospettare di lei. "Con il senno di poi ... se tornassi indietro non lo rifarei", ha precisato Sabrina. Rimane solo il silenzio delle celle e del cortile della prigione, appena intraviste attraverso l'occhio delle telecamere di Storie Maledette, la trasmissione condotta da Franca Leosini, magistralmente, tanto da far scomparire traccia della forzata detenzione delle due donne, che parlano con l'aria di essere da una psicologa: Cosima tranquilla e quasi "fiera", la figlia Sabrina con gli occhi lucidi, tra un pianto ed un sorriso, poco convincente quando afferma la sua estraneità al delitto. Direttamente con il racconto, e le versioni, di chi ne è stato coinvolto. Ma è su twitter che la Leosini spopola. Come da lei ribadito nel corso della puntata, certamente quello di una ragazza "insicura e fragile", ma anche "sentimentalmente genuflessa" a Ivano Russo, il tutto condito da frasi ironiche durante la lettura dei loro sms le cui espressioni non sono passate inosservate dagli spettatori, subito rilanciate sui principali social in attesa del secondo capitolo. "Diciamoci la verità, Sarah si era presa una cotta per Ivano", incalza la Leosini, ma Sabrina nega di esserne a conoscenza. Franca Leosini, nell'inchiesta sul delitto di Avetrana, intervista nel carcere di Taranto le due condannate all'ergastolo. Era carina Sarah, dolce, aveva bisogno di coccole, dice Sabrina.

La sedicesima edizione di Storie Maledette si apre con una grande esclusiva: le interviste di Franca Leosini a Sabrina Misseri e a sua madre Cosima Serrano.

Nel 1974 Franca Leosini ha conseguito il tesserino da giornalista pubblicista, regolarmente iscritta presso l'albo della Campania.

TvZoom - Ecco il libro sui Telegatti, che tornano a ottobre
Ad annunciarlo è stato lo stesso settimanale del Gruppo Mondadori nel corso della presentazione del libro " Il Telegatto . Più precisamente siamo nel 1971 quando Tv Sorrisi e Canzoni realizzò e organizzò il primo concorso.


E in questo senso il caso di Avetrana è emblematico: una giovane estetista che vive in un piccolo comune della Puglia che in un torrido pomeriggio di agosto si trasforma in un'assassina.

Il problema della volgaritàDel resto, che la giornalista napoletana non sia esattamente una campionessa di bon ton non lo si scopre ora: già nel luglio del 2016 l'aveva dimostrato scavando nella vita sentimentale di Rudy Guede (anche lui, condannato in via definitiva per l'omicidio di Meredith Kercher a Perugia), chiedendogli se "acchiappava o no?"

Latest News