Fano, evacuate 23mila persone per via di una bomba

Ordigno bellico a Fano evacuati in 20mila

Fano, evacuate 23mila persone per via di una bomba

"Il pericolo è cessato, l'ordigno è a due miglia al largo di Fano" spiega il sindaco.

La zona, per 6 giorni (144 ore), dovrà essere evacuata: la bomba, infatti, non può essere toccata per almeno 6 giorni, poi sarà possibile farla brillare. E' quanto apprende l'ANSA dalle forze impegnate sul posto.

Sono state evacuate tutte le persone nel raggio di circa 1.800 metri dal punto di ritrovamento dell'ordigno.

Centro storico, Zona Lido/Liscia (fino alla pista di pattinaggio), zona San Cristoforo/Poderino, Zona Vallato/ospedaletto, zona San Lazzaro/Zavarise/Stazione, Villa Uscenti/Baia Metauro, Sassonia.

Due pacchi bomba in Texas: un morto e due donne ferite
La deflagrazione, avvenuta in cucina all'apertura del pacco, ha anche ferito una donna che si trovava all'interno dell'abitazione. Oggi, è morto un ragazzo di 17 anni e una donna quarantenne è stata gravemente ferita, ma dovrebbe sopravvivere.


Esplosivo per 250kg che per ore hanno minacciato i punti strategici della città. Vista la portata dell'operazione, è stato predisposto l'intervento di un migliaio di soldati, tra l'altro incaricati di passare casa per casa.

Si è anche deciso di sfollare l'ospedale Santa Croce e la stazione ferroviaria. Rimane aperta invece l'autostrada A14. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

L'ordigno - ancora con la spoletta - è stato trovato in un cantiere dell'Aser in viale Ruggeri, nelle vicinanze del ristorante "Al Mare" sul lungomare Sassonia. La Marina Militare provvederà a delimitare la zona di mare interdetta alla navigazione marittima ed aerea, nella quale è stata inabissata la bomba. Da qui la decisione precauzionale di allontanare le persone nell'arco di 1.800 metri. L'evacuazione per la sicurezza dei cittadini si prolungherà fino alle 13 di oggi. "Pronti ad aprire altre strutture se servirà".

Pesaro Urbino - E' stato rimosso questa mattina all'alba, l' ordigno bellico risalente alla Seconda Guerra Mondiale e del peso di 220 kg, trovato in un cantiere e innescato per sbaglio durante i lavori.

Latest News