Figlio Biagi: Stato abbandonò mio padre

Marco Biagi

Marco Biagi

Oggi nella piazzetta vicino alla casa, in pieno centro a Bologna, dove il commando di terroristi colpì il professore, si celebra l'anniversario della sua morte. Nel loro assalto all'ordinamento e alla convivenza civile, i terroristi hanno spezzato con disumanità tante vite e provocato immense sofferenze, ma non sono riusciti a disgregare la società e a colpire la Costituzione, che resta il fondamento della Repubblica. "Provo un grande disgusto, anche perché offende noi vittime e tutte le persone che hanno sofferto. Il monopolio della parola non lo vogliamo avere noi vittime ma - ha aggiunto il figlio di Marco Biagi - non lo dovrebbero avere di certo loro che sono solamente degli assassini e dovrebbero tacere e basta". Al professore venne negata la protezione alcuni mesi prima dell'omicidio, nonostante le continue richieste di Biagi al governo. E neanche nei confronti degli assassini di mio padre. Così il figlio di Marco Biagi, Lorenzo, è tornato sul caso della mancata scorta al giuslavorista ucciso a Bologna dalla Nuove Br.

"Lo Stato ha abbandonato mio padre.Aveva una scorta fino a pochi mesi prima di essere ucciso. Per cui penso che il fatto che gli sia stata tolta senzamotivo o comunque con una grande sottovalutazione del pericolosia una cosa molto grave".

Le Winx diventano una serie tv live action per Netflix
La piattaforma di streaming globale Netflix ha, infatti, annunciato di aver ordinato una serie TV live action delle Winx . Siamo molto felici di proseguire la nostra collaborazione con Netflix lavorando insieme a progetti sempre più ambiziosi.


Ricordare oggi il professor Biagi significa anche fermarsi a riflettere sulla nostra bella democrazia: una democrazia nata dalla guerra e dall'antifascismo che oggi vive nella pace, nel rispetto delle idee altrui nonché nell'imprescindibile rispetto delle istituzioni che ne garantiscono la sopravvivenza. "E spero che questo non capiti più ad altre persone o ad altre figure come lui", ha dichiarato Lorenzo Biagi, come riportato dal Secolo XIX. Oggi anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricordato Biagi, parlando di una ferita ancora aperta.

Latest News