"Pellicce? Ne ho abbastanza". Donatella Versace sceglie il Fur Free

Jonathan Akeroyd: La svolta

"Pellicce? Ne ho abbastanza". Donatella Versace sceglie il Fur Free

"Ne sono fuori. Non voglio uccidere animali per fare moda", questo è quello che ha annunciato la famosa stilista al megazine online dell'Economist "1843".

Nonostante l'addio alle pellicce sia sempre più diffuso, la produzione delle stesse non dà segni di crisi.

Versace, si legge nella nota, è "un marchio dinamico" che "guarda al futuro in termini di company responsibility nei confronti delle persone e del pianeta".

Sanità, liste d'attesa più lunghe
I prezzi sostenuti dai pazienti nella sanità privata in molti casi - si legge - non sono troppo distanti dal costo del ticket . In altre parole, "la sanità privata ha trovato un suo specifico posizionamento derivante dalle inefficiente del pubblico".


Non sono state voci inascoltate quelle delle maggiori associazioni animaliste come la Fur Free Alliance, di cui la LAV è membro italiano, che da anni sostengono la necessità di convertire la moda internazionale in un lusso eco-sostenibile, cruelty free, un lusso dunque che esclude l'uccisione e i maltrattamenti su animali da anni martoriati in nome della moda per sfruttare le loro tanto ammirate pellicce di visone, volpe, zibellino, karakul, agnello Persiano o Astrakhan, coniglio, procione, opossum e così come di molti altri animali intenzionalmente allevati o catturati per tale finalità. Adesso, la situazione si è di fatto invertita, trasformando la strategia 'animalista' in una direzione di sistema, con un numero sempre più ridotto di griffe che non ha preso posizione sul tema.

Il primo risultato è l'apertura di una nuova boutique a Londra, in Sloane Street, la prima ad avere la certificazione LEED, e alla quale seguiranno le aperture delle nuove boutique di Miami e Monaco nei prossimi mesi del 2018. Versace monitora costantemente tutti gli aspetti del suo modello di business per soddisfare i clienti in modo innovativo e responsabile.

I prodotti in pelliccia rappresentano solo una parte minoritaria dell'offerta di Versace. Inotre si spinge più avanti auspicando che presto si arriverà alla decisione di non usare nemmeno le pelli: "PETA non vede l'ora di vedere prossimamente un divieto dell'uso delle pelli da parte di Versace".

Latest News