Torna il gelo siberiano: maltempo con neve a bassa quota

Torna il gelo siberiano: maltempo con neve a bassa quota

Torna il gelo siberiano: maltempo con neve a bassa quota

Ancora maltempo e torna il Burian. "Prepariamoci quindi a una settimana decisamente fredda per il periodo, con tracollo termico anche di 10 gradi centigradi dapprima sulle regioni settentrionali, poi anche al Centrosud, il tutto sotto i colpi dei venti di bora, tramontana e grecale", ha avvertito il meteorologo Edoardo Ferrara.

Tempo perturbato per tutto il fine settimana con la neve che domenica scenderà fino a quote collinari e le temperature in calo di qualche grado secondo le previsioni di Arpa Piemonte per questo weekend in Canavese (video sotto). Acqua alta a Venezia fino a 124 cm poco dopo la mezzanotte. Questo riscaldamento in genere determina un fenomeno chiamato il Nino che sulla nostra penisola dovrebbe passare nel periodo di natale per non durare per più di due mesi ma purtroppo, il cambiamento climatico che sta attraversando il pianeta determina anche il passaggio di tali fenomeni in mesi non corretti. Il Centro-Sud, invece, sarà interessato da piogge e rovesci.

Inter, lo sfogo di Spalletti non è piaciuto: Suning infastidita
Il problema arriva quando giochiamo contro squadre di livello inferiore. La risposta potrebbe essere francamente inquietante. La risposta è scontata: ovviamente no .


Previsioni meteo Oristano, lunedì, 19 marzo: Giornata nel complesso variabile con nubi alternate a schiarite, più ampie durante le ore centrali del giorno, ma nella notte sono previste precipitazioni, sono previsti 15mm di pioggia.

Dalle prime ore di domani, l'avviso prevede inoltre nevicate, mediamente al di sopra dei 200-400 metri ma con sconfinamenti fino in pianura, su Friuli Venezia Giulia - specie Golfo di Trieste, Emilia-Romagna - soprattutto nel settore centro-occidentale, e Veneto, con apporti al suolo da deboli a moderati. Neve sulle colline, ma anche in pianura su Toscana, Marche, Umbria e Abruzzo. È nevicato anche a Parma e Reggio Emilia, tuttavia la neve si è subito trasformata in pioggia. Piogge che hanno causato anche diverse frane, alcune delle quali minacciano le aree situate vicino alla città di Petrinja. Fiocchi dunque non esclusi ancora a Bologna ma anche sulla costa veneziana settentrionale.

Latest News