"Ho sentito Salvini, la presidenza della Camera vada all'M5s" (Di Maio)

“Ho sentito Salvini la presidenza della Camera vada all’M5s”

"Ho sentito Salvini, la presidenza della Camera vada all'M5s" (Di Maio)

"Mi fa piacere raccontarvi cosa ci siamo detti perché voglio che tutto avvenga nella massima trasparenza - dice il capo politico del M5s -".

Brunetta: se Salvini fa inciuci finisce fuori gioco Non a caso Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, in una intervista a La Stampa ha tuonato: "Non sta né in cielo né in terra che Salvini sia candidato premier e ottenga la presidenza del Senato".

Procedono speditamente i Cinquestelle nelle consultazioni con le altre forze politiche per l'elezione dei presidenti di Camera e Senato. "Possiamo agire direttamente sul bilancio della Camera, e un Presidente del MoVimento 5 Stelle spianerebbe la strada a questo traguardo".

"E' giusto che la presidenza della Camera vada al M5S - hanno detto i capogruppo M5S -". Abbiamo parlato di metodo. "Questo è il vero modo per garantire indipendenza ed efficacia delle loro funzioni", ha ribadito Toninelli.

"In questi giorni ci vedete impegnati in un dialogo non facile per proporre i Presidenti delle Camere".

[Rumor] Assassin's Creed torna nel 2019 e sarà ambientato in Grecia
Andrebbe preso in considerazione, inoltre, un tweet di Raphael Lacoste risalente all'agosto 2017. Assassin's Creed 2019 sarebbe previsto su PC, PS4 e Xbox One .


"Ho ricordato a Salvini - si legge nel post di Di Maio - che il MoVimento 5 Stelle è la prima forza politica del Paese, con il 32% dei voti, pari a quasi 11 milioni di italiani che ci hanno dato fiducia, e che alla Camera abbiamo il 36% dei deputati. Per noi questa volontà e' sacrosanta e vogliamo che venga rispecchiata attraverso l'attribuzione al M5S della presidenza di Montecitorio". Fedelissimo di Di Maio, indicato dallo stesso leader come possibile ministro dei Rapporti col Parlamento in un eventuale governo M5S, il parlamentare trentino ha una legislatura come membro dell'Ufficio di presidenza alle spalle e potrebbe rivelarsi un alleato indispensabile nella battaglia contro gli odiati vitalizi.

Anche Salvini, ha aggiunto Di Maio, "ha riconosciuto il nostro straordinario risultato, e io ho riconosciuto il successo elettorale ottenuto dalla Lega".

Dal Pd, da Leu e dagli altri interlocutori arriva ad entrambi la richiesta di figure autorevoli e di garanzia, in un partita che deve tenere separate la questione delle presidenze da quella del governo.

Matteo Salvini e i Cinque Stelle, con i capigruppo Danilo Toninelli e Giulia Grillo, si muovono in parallelo: il leader della Lega per lo piu' per telefono, con contatti rapidi e informali ai leader degli altri partiti.

Latest News