Regeni, pm Zucca: "Torturatori Diaz ai vertici polizia, come chiedere giustizia all'Egitto?"

Regeni, pm: “Nostri torturatori a capo della polizia. Perché l'Egitto dovrebbe consegnarci i suoi?”

I genitori di Giulio Regeni: siamo stati abbandonati dallo Stato italiano

"Siamo stati abbandonati", ha detto la madre di Giulio. "I nostri torturatori sono ai vertici della polizia, come possiamo chiedere all'Egitto di consegnarci i loro torturatori?". Lo sforzo che chiediamo a un paese dittatoriale è uno sforzo che abbiamo dimostrato di non saper fare per vicende meno drammatiche.

GENOVA "Ho fiducia nella legge, negli avvocati bravi e nella stampa buona e abbiamo tanta solidarietà dai social". Sono le parole pronunciate Enrico Zucca, sostituto procuratore della Corte di Appello, tra i giudici del processo Diaz che emise le sentenze di condanna ai danni dei funzionari di polizia che massacrarono manifestanti innocenti nel luglio del 2001, durante il G8 di Genova. Come possiamo dunque chiedere all'Egitto di consegnarci i torturatori di Giulio Regeni?

Catania, esplosione in un edificio in via Garibaldi. Tre vittime FOTO
L'esplosione è avvenuta al piano terra di una palazzina in via Sacchero , dovuta probabilmente a una fuga di gas . Nello stesso palazzo di via Sacchero aveva casa e negozio, in affitto. "Una bomba, sembrava un attentato...".


Claudio e Paola Regeni, genitori del ricercatore morto in Egitto nel febbraio 2016, sono intervenuti oggi in una conferenza sulla difesa dei diritti internazionali, tenutasi presso l'Ordine degli Avvocati a Genova. "Nel momento stesso in cui il premier Gentiloni ci ha telefonato per dirci che l'ambasciatore sarebbe tornato al Cairo in Egitto, ci siamo sentiti abbandonati dal nostro Paese". "Combattiamo per Giulio ma anche per tutti quelli che possono trovarsi in situazioni simili a quelle che lui ha vissuto", ha aggiunto. "Siamo convinti che il presidente egiziano Abdel Fatah al Sisi sia un interlocutore appassionato nella ricerca della verità". "Il corpo di Giulio parla da solo e si difende da solo - ha sottolineato -". Il pm più volte in passato aveva già duramente criticato l'operato della polizia riguardo i fatti di Genova, parlando di una "totale rimozione" delle violenze e del rifiuto da parte delle forze dell'ordine, diversamente da quella straniere, di "leggere loro stesse" per "evitare il ripetersi" di errori.

Latest News