Sarri, altro riconoscimento: il tecnico azzurro si aggiudica il Trofeo Maestrelli

Sarri, altro riconoscimento: il tecnico azzurro si aggiudica il Trofeo Maestrelli

Sarri, altro riconoscimento: il tecnico azzurro si aggiudica il Trofeo Maestrelli

Il mio amore per questo pubblico è talmente grande che io voglio essere sempre in grado di dare il 100%.

"Stiamo abituando noi e i tifosi a imprese straordinarie": lo ha detto Maurizio Sarri che ha ricevuto il premio Maestrelli a Montecatini Terme.

"Le condizioni per arrivare al rinnovo del contratto sono condizioni che arrivano da dentro - ha aggiunto Sarri - Se ti senti in grado di dare il tuo 101% devi andare avanti, altrimenti devi avere il coraggio di fare un passo indietro".

Mi sento più Che Guevara o Maradona? L'affetto dello stadio? Il rapporto tra il San Paolo e la squadra in questi tre anni è sempre stato stupendo, con me in maniera particolare.

Poi Sarri ha raccontato un retroscena su Davide Astori, tragicamente scomparso lo scorso 4 marzo: "Era uno dei nomi che avevo fatto appena sono arrivato a Napoli".

Sea of Thieves è ora pre-scaricabile, promozione con Xbox One X
Abbiamo le possibilità tecniche di farlo, crediamo possa essere davvero bello e valuteremo la questione in seguito al lancio". In futuro, questo sarà possibile: "Così come per il colore dei capelli, stiamo lavorando su come integrare i tatuaggi.


La Juve dovrà dividere le energie tra campionato e Champions: "In teoria non dovrebbe pesare, è una squadra abituata alle pressioni, ma non tutte le stagioni sono uguali". Maradona è un idolo assoluto, sarebbe una bestemmia paragonarsi a lui. E lo scontro diretto potrebbe non essere decisivo: "Non si può dire, bisogna vedere come si arriverà allo scontro diretto".

"Le soste sono per noi allenatori, per i giocatori sono momenti di grande stress, giocano in giro per il mondo, oltre allo stress delle partite hanno stress di viaggi massacranti. Anche una partita contro una squadra che gioca per la salvezza diventa difficile". Prendere il Palazzo? Mi farebbe piacere prendere l'Italia, ma la Juventus è fortissima e domina da anni. "Spero che sia possibile". A volte nei professionisti ho visto allenatori scadenti, ci sono tanti sconosciuti con delle qualità.

"Non lo so, doveva raggiungere la nazionale e penso che dopo una breve visita lo rilascino e rientrerà domani mattina a Napoli, non sembra un infortunio grandissimo ma nemmeno da due giorni".

SU SEMPLICI E ALLEGRI - "Un caffè con Semplici?". Poi non se ne è fatto nulla a causa di diritti d'immagine e sponsor.

" Reina è un ragazzo straordinario dal punto di vista umano".

Latest News