Napoli, Milik: "Secondo infortunio? Avevo chiesto più tempo"

Napoli, Milik:

Napoli, Milik: "Secondo infortunio? Avevo chiesto più tempo"

"Ripeto, per me contano di più le mie sensazioni rispetto alle parole del medico". De Nicola, mi disse che ormai ero pronto. Un infortunio piuttosto grave anche a causa dell'interessamento, oltre al crociato, di altre strutture articolari come il menisco, che ha costretto Arek Milik ad andare nuovamente sotto i ferri, poiché, difatti, la medesima sventura aveva già colpito il numero 99 dei partenopei durante la stagione 2016-2017, seppur al ginocchio sinistro ed in maniera meno complicata.

Bra, incidente stradale: tre auto coinvolte, morto un carabiniere
All'altro militare rimasto seriamente ferito nell'incidente, il ministro ha augurato la pronta e piena guarigione. Stava trasportando un arrestato moldavo al tribunale di Asti quando è stato vittima di un incidente stradale .


Certo, subito dopo la riabilitazione è normale che sia così, ma quando entro in campo non ci penso, c'è adrenalina e do il massimo. Mi fa sorridere - ha spiegato in un'intervista a Tvp Sport - Mi sento molto bene, ho fatto dei test sulla resistenza. Volevo aspettare perché non mi sentivo ancora bene e sapevo di aver bisogno qualche settimana in più per rafforzarmi. "Se qualcuno non capisce questo, non è più un mio problema".

Latest News