La Cassa Depositi e Prestiti entra nella partita Tim-Vivendi

Squillo di Telecom in una Borsa piatta

La Cassa Depositi e Prestiti entra nella partita Tim-Vivendi

Il CDA della Cassa Depositi e Prestiti (CDP) ha deliberato di entrare nel capitale di Telecom Italia per portare avanti un progetto di lungo respiro. Senza contare che il Tesoro, azionista della Cassa assieme alle fondazioni bancarie, ha stabilito per decreto che le telecomunicazioni sono un settore strategico su cui Cdp deve puntare.

"Ben vengano tutti gli investitori interessati, perché testimoniano la grande attrattività dell'azienda", ha aggiunto Bernabè ricalcando quanto fatto trapelare nelle scorse ore proprio da Vivendi.

"Telecom è la compagnia che ha la maggiore profittabilità in Europa, il che significa che nonostante tutti i problemi che ha avuto è solida e di grande attrattività per investitori".

In gita 11 milioni a Pasquetta, traffico sulle autostrade
I tratti interessati sono quelli da Trento nord ad Affi, in direzione sud e da Bressanone a Vipiteno, in direzione nord . Code si sono formate proprio sull'A7 al bivio tra A12 e Sampierdarena e in uscita a Bolzaneto provenendo da Genova .


Da rilevare che sempre ieri Vivendi ha depositato la lista di candidati da proporre all'Assemblea del 4 maggio chiamata, come detto, a rinnovare il CdA. Quest'ultimo possiede una partecipazione del 5,740%, oltre che una serie di piani per "migliorare la governance e la performance societaria", come spiegato a metà marzo dal fondo guidato da Paul Singer.

L'ingresso di Cassa depositi e prestiti in Telecom Italia è ufficiale. Il fronte anti-Vivendi (i francesi hanno circa il 24%) si rafforza in vista dell'assemblea del 24 aprile: il fondo Elliott Management secondo le ultime indiscrezioni si è avvicinato al 10%. I dieci candidati sono: Amos Genish, Arnaud Roy de Puyfontaine, Franco Bernabè, Marella Moretti (indipendente), Frédéric Crepin, Michele Valensise (indipendente), Giuseppina Capaldo (indipendente), Anna Jones (indipendente), Camilla Antonini (indipendente), Stephane Roussel. La prossima puntata di questa intricata vicenda si terrà il 24 aprile, data in cui è convocata l'Assemblea di Telecom Italia in cui si voterà sulla revoca e sulla nomina di 6 nuovi consiglieri.

Latest News