Mark Zuckerberg: Russia e Cina non hanno hackerato Facebook

Facebook, boom di ricerche online su come cancellarsi

Facebook: boom di richieste di disattivazione dopo scandalo Cambridge Analytica

Lo dimostra lo scandalo Cambridge Analytica che ha utilizzato i dati degli utenti del social per veicolare messaggi propagandistici ad hoc, sino ad arrivare a influenzare la campagna elettorale di Trump negli Stati Uniti. "Al momento non ho a disposizione questi dati ma ve li farò avere al più presto" è stata una delle risposte più utilizzate dal CEO durante il doppio interrogatorio. I membri della Camera però sono agguerriti: il deputato del New Jersey Frank Pallone entra a gamba tesa e definisce Facebook un'azienda che "aspira i dati ma non riesce a tenerli al sicuro".

Zuckerberg ha riconosciuto la responsabilità personale per l'acquisizione dei dati di 87 milioni di persone da parte di Cambridge Analytica, tra questi ci sarebbero pure i suoi. Riguardo la regolamentazione di internet, Zuckerberg pensa che bisogna farlo con cautela. "Ci sarà sempre una versione gratuita", ha assicurato il CEO di Facebook, ma un servizio premium potrebbe attrarre coloro che non vogliono vedere inserzioni promozionali nel loro news feed. FB ha cambiato il mondo ed ha cambiato noi, ma la domanda è: lo ha cambiato e ci ha cambiato in meglio? Evidenziando come "Quello che apprezzo del Gdpr è che "consente agli utenti di essere sempre in controllo dei dati che condividono con le aziende, di cosa viene fatto con quei dati ed eventualmente di cancellarli". Il suo appello è all'equilibrio, e alla necessità di evitare regole che finiscano per soffocare le startup tarpando le ali a sviluppo e novita'.

In caso positivo ossia nel caso in cui non siate stati "violati", oltre a tirare un sospiro di sollievo, vi raccomandiamo, come lo stesso social network sta facendo, di controllare nella vostra pagina delle applicazioni su Facebook quali hanno accesso ai vostri dati ma soprattutto di rimuovere quelle che non utilizzate più da tempo o che vi possano nutrire dei dubbi.

Zuckerberg ha promesso al rappresentante repubblicano del New Jersey, Leonard Lance, di esaminare la sua proposta di legislazione sulla privacy on line, co-sponsorizzata con il rappresentante repubblicano del Tennessee Marsha Blackburn. Poi chiede a Zuckerberg se può impegnarsi a cambiare le impostazioni di tutti gli utenti per rivelare una quantità di dati minima come opzione predefinita.

Ventura attacca: "Non vedo l'ora di parlare, dirò la verità"
Non vedo l'ora di avere l'autorizzazione per parlare, ci sono tante cose che non si sanno . Può esserci Insigne, altre volte è stato Mertens.


Zuckerberg al Congresso ha "minacciato" di far pagare il suo giocattolino facendolo diventare un Premium.

Bill Nelson, senatore democratico della Florida.

Il rappresentante del North Carolina, G.K. Butterfield, ha fatto notare a Zuckerberg che nell'industria tecnologica americana lavorano pochi afroamericani. Ha anche aggiunto che sarebbe tornato per fornire i dati sulla fidelizzazione dei dipendenti suddivisi per razza.

Latest News