Nursing Up: "Libertà di sciopero a rischio. Chi boicotta gli infermieri?"

Nursing Up

Nursing Up: "Libertà di sciopero a rischio. Chi boicotta gli infermieri?"

Ma chi ha interesse a tappare la bocca agli infermieri?

"Alla vigilia delle due giornate di sciopero (12 e 13 aprile) indette dai sindacati di categoria giungono notizie allarmanti: alcune aziende sanitarie e ospedaliere stanno imponendo agli infermieri l'adesione completa alle 48 ore di protesta, invece di lasciare loro la libera scelta se assentarsi per un solo turno". Lo sciopero nazionale di 48 ore è dunque proclamato dalle Organizzazioni Sindacali Nursing Up e NurSind. "Un ricatto inaccettabile che rischia di depotenziare lo sciopero".

Certificazione Unica 2018, istruzioni. Come scaricare o richiedere INPS sportello modello cartaceo
Si tratta, in particolare, di una piccola platea di 71 persone tenuti a presentare la domanda di Ape volontaria all'INPS entro il 18 aprile .


Non sono soliti mettere in atto forme di protesta tanto drastiche, gli infermieri. Mentre a Trento il contestato rinnovo contrattuale del comparto sarà al centro della discussione presso l'Auditorium dell'ospedale S. Chiara dalle 14.30 alle 17, per trasferirsi l'indomani nell'Aula Magna dell'ospedale S. Maria del Carmine. Tanto che, secondo indiscrezioni, all'Aran starebbero correndo ai ripari.

Come si è detto è ancora tutto da scrivere, infatti il Consiglio dei Ministri ha solo dato un primo 'via libera' all'ipotesi di contratto dei dipendenti pubblici della sanità e degli enti locali; al momento, manca ancora il parere della Conte dei Conti, dunque lo sciopero in questione potrebbe far rivalutare la possibilità di cambiare i punti salienti. "Un'intesa che suona come una presa in giro e che peggiora la condizione dei lavoratori sia sul piano normativo che economico" sottolinea il segretario nazionale del Nursind, Andrea Bottega. Tra le ultime segnalazioni, ci sono: Fermo (10 aprile), Pesaro (11 aprile), Fano (12 aprile), Urbino (13 aprile).

Latest News