Ilva: Calenda,decisione Am attesa,ora nodo accordo sindacati

La questione Ilva torna sul tavolo del Mise a Roma

ECONOMIA

La Commissione europea dovrà valutare la proposta che è soggetta, sottolinea la società "alla conclusione dei processi di informazione e consultazione con i consigli di fabbrica locali ed europei". "Eventuali vendite saranno condizionate al completamento dell'acquisizione di Ilva da parte di Arcelormittal", precisa la nota aggiungendo che la Commissione Europea "dovrebbe raggiungere una decisione definitiva sul caso entro il 23 maggio 2018". È questa, in estrema sintesi, la posizione ribadita oggi dalla Fiom Cgil, nell'incontro che si è tenuto questa mattina, 13 aprile, presso il ministero dello Sviluppo economico, alla presenza della viceministra Bellanova, dei rappresentanti di Arcelor Mittal e delle segreterie nazionali delle organizzazioni sindacali.

NODO ESUBERI. Se, come pare, l'Antitrust europeo è pronto a dare semaforo verde all'operazione dopo le dismissioni e gli aggiustamenti nella cordata, l'unico ostacolo che rimane è l'accordo con i sindacati. "Una volta raggiunto l'accordo sindacale - ha concluso Calenda a margine della presentazione dello spot per Race for the cure - possiamo fare veramente il salto di qualità e far diventare l'Ilva la migliore acciaieria europea". "Abbiamo investito tanti tanti soldi per rimetterlo a posto - ha aggiunto Calenda - 2,4 miliardi tra investimenti industriali e produttivi a carico dell'acquirente più 1,08 miliardi che mettiamo noi sulle bonifiche, che derivano dai fondi dei Riva".

Mark Zuckerberg: Russia e Cina non hanno hackerato Facebook
Ha anche aggiunto che sarebbe tornato per fornire i dati sulla fidelizzazione dei dipendenti suddivisi per razza. Butterfield, ha fatto notare a Zuckerberg che nell'industria tecnologica americana lavorano pochi afroamericani.


"Per il governo discutere di salario significa tagliare tutte le voci variabili dello stipendio - ha detto ancora Manganaro - e non si tratta soltanto di pochi euro perché parliamo di 5-6 mila euro all'anno per ciascun lavoratore".

Latest News