Valanga travolge motoslitta: muore trentenne a Bienno, in Val Camonica

Valanga nel Bresciano tre dispersi soccorritori al lavoro   
                       
                
         Oggi alle 19:39

Valanga nel Bresciano tre dispersi soccorritori al lavoro Oggi alle 19:39

La valanga - che aveva un fronte di circa 200 m e uno scivolamento di circa 400 m - si è staccata nel tardo pomeriggio di ieri in Val Lavena, sopra Bienno, a 1979 m di quota. Andrea Morandini non lo trovano più, inghiottito dalla neve. Tra l'altro, il Parco dell'Adamello e il Comune di Bienno avevano posto dei divieti a salire sulle motoslitte, come stabilito anche dalla Provincia di Brescia. La massa di neve e ghiaccio si è staccata da un costone e lo ha travolto; indossava l'airbag e il dispositivo Artva.

Quando è stato estratto dalla neve, il giovane sepolto dalla valanga che si è staccata dal monte Crocedomini era in arresto cardiaco. Prima che li raggiungano gli elicotteri da Brescia e Sondrio, con i tecnici del soccorso alpino (e l'unità cinofila da ricerca in valanga) a bordo, partiti da Esine.

La Russia ha bloccato Telegram
Il governo russo ha iniziato a bloccare l'app di messaggistica Telegram , secondo quanto riferito dall'agenzia di stampa locale Tass .


La corsa contro il tempo non è servita a nulla: Andrea è stato recuperato e portato al Papa Giovanni in condizioni disperate e poco dopo, purtroppo, il suo cuore ha cessato di battere. Già la Comunità montana della Valcamonica aveva scritto alla prefettura di Brescia chiedendo delle disposizioni precise considerando i rischi di incidenti.

Latest News