Antonio, ucciso a coltellate nel Salernitano: fermato un 18enne per l'omicidio

18enne scomparso da una settimana. Trovato morto in una scarpata

Diciottenne scomparso da casa trovato morto nel Salernitano

Il corpo esanime del 18enne è stato ritrovato nel torrente Peglio, nel salernitano, è stato ucciso con sei coltellate. Il corpo senza vita del ragazzo, originario del paese in provincia di Salerno, é stato rinvenuto in una zona nei pressi dello stadio comunale nel primo pomeriggio di oggi.

Pascuzzo si era allontanato di casa lo scorso 6 aprile. Secondo quanto trapelato, la morte risalirebbe a circa tre giorni fa. Da allora si sono perse le tracce di Antonio ricercato invano per giorni dalle forze dell'ordine e da volontari.

Il giovane viveva a Buonabitacolo da qualche mese insieme al padre e ad uno zio dopo essere rientrato dal Perù dove vive la sua madre separata dal padre.

Gattuso: "Non sopporto chi viene in allenamento fischiando o con le infradito"
Non subisce così tanto gli avversari, tranne gli ultimi 15' con la Juve e a livello tecnico contro l'Inter non abbiamo fatto bene. Ho fatto un mucchio di cose anche io quando mi si chiudeva la vena: una testata a Jordan, sugli spalti ad insultare Leonardo.


Allo stato attuale dei fatti, è ancora troppo presto per stabilire se il fermato ha effettivamente a che fare con il delitto del giovane Antonio Alexander Pascuzzo, ma il fatto che sia stato sentito dagli inquirenti, e soprattutto che sia in stato di fermo, lascia presagire che ha qualcosa a che fare con la vicenda legata al 18enne di Buonabitacolo. Il delitto sarebbe maturato per motivi di spaccio di sostanze stupefacenti.

Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, i Carabinieri della Stazione di Buonabitacolo, al comando del Maresciallo Gianni Mirabella, la Polizia Municipale di Buonabitacolo e la Protezione Civile Vallo di Diano, il parroco don Antonio Garone e il vice sindaco Enza Basile. Altre risposte arriveranno dall'autopsia che si terrà nella giornata di domani, lunedì 16 aprile. "Siamo preoccupati parlaci, noi ti capiamo, se non parli come facciamo ad aiutarti?"

Il giovane fermato è al momento stato condotto presso la Casa Circondariale di Potenza.

Latest News