E Marotta ringrazia Donnarumma "Quella parata ci ha fatto contenti"

Marotta PS

Agnelli: Non si vive di rimpianti ma di obiettivi

A Madrid ci voleva più buon senso nel valutare bene e scegliere un trentatreenne che arbitrando questa gara c'era grande difficoltà. Poteri forti in Europa?

"Il rammarico del post partita di Madrid non significa rassegnazione". Aggiungo una riflessione: bisogna uniformare il modo di arbitraggio in Europa, oggi in Fiorentina-Spal abbiamo assistito ad un altro episodio da Var. Bisogna uniformare il modo di arbitrare: in Italia, in Inghilterra e in Europa ci sono tre metodi diversi. "Vogliamo vincere Scudetto e Coppa Italia, e per questo dobbiamo tirare fuori qualcosa di straordinario".

Punto di vista di Cairo che diceva un rigore alla Juve così mai fischiato in Italia? Non posso e non devo credere a una tesi del genere, ma se si analizza quello che è successo a Madrid bisogna trarre una conclusione personale.

Real Madrid-Juventus, ancora polemiche: "Un furto per tutti"
Prima dei supplementari, Oliver - l'arbitro dell'incontro - concede giusto il tempo per l'ultima azione ai padroni di casa. Anche Andrea Agnelli - presidente del club bianconero - si è scagliato contro l'ex fischietto italiano .


ALLEGRI - "Allegri ha detto che deve analizzare le condizioni della società per decidere il suo futuro?" E da quattro anni qui, conosce le strategie, non ci saranno cambiamenti in uomini e strategie, con la nostra linea cercando di ottenere il massimo, le sue parole sono sincere, giusto esprimerlo, ma i rapporti sono eccezionali, io sono sicuro che si proseguirà con lui.

L'amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, collegato su Premium con Gigio Donnarumma da Milano, ha risposta alla domanda dallo studio: "La mia reazione alla parata di Donnarumma su Milik? Ci ha fatto contenti, sono felice che in Italia ci sia un portiere di questo livello". Un grande gesto tecnico, è il degno successore di Buffon e un patrimonio del calcio.

Latest News