La Guardia di Finanza alla Ladispoli 1 con 'Finzy il grifone finanziere'

Chiudi

 	Apri

Chiudi Apri

Avrebbe venduto oggetti online e, dopo aver ricevuto il pagamento, si sarebbe reso "irreperibile": questa la scoperta fatta dalla guardia di finanza e che ha portato all'individuazione di un truffatore "seriale".

Dall'esame della documentazione sono emerse false dichiarazioni per un totale di 100 mila giornate lavorative. A fronte di una previsione di 20 ore settimanali, quelle effettuate erano invece almeno 48. Gli accertamenti delle Fiamme Gialle di Policoro sono stati espletati attraverso l'analisi dei tabulati telefonici e la localizzazione delle celle telefoniche interessate dal flusso di comunicazioni, incrociati con le informazioni acquisite dalle Banche dati in uso al Corpo e dai dati della Postepay.

Bernini: "Governo con 5S solo se ci sarà riconoscimento pubblico di Berlusconi"
Il leader degli azzurri rende merito anche a tutti i candidati del centrodestra che "hanno deciso di mettersi a disposizione dei molisani.


I lavoratori erano quindi costretti a lavorare oltre l'orario previsto, senza ferie e senza poter fruire delle assenze retribuite in caso di malattia cagionando, di conseguenza, omissioni contributive, previdenziali ed assistenziali.

L'operazione rientra nel più ampio obiettivo del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Nuoro a contrasto di quelle imprese che, sfruttando gli indebiti vantaggi del lavoro nero ed irregolare, producono effetti distorsivi sulla già precaria economia del territorio, alterando le regole della libera concorrenza.

Latest News