La sintonia tra Lega e M5s c'è già da tempo

Sondaggio Swg frenata del Movimento 5 stelle. Sale ancora la Lega

M5S insiste: mai con FI

"Il parlamento e il governo sono più seri di una caccia al tesoro". "L'appello alla responsabilità lo facciamo ovviamente a chi non fa parte della nostra coalizione ma anche a chi ne fa parte". Nel dettaglio, inoltre, il sondaggio evidenzia come la fiducia in Salvini e Di Maio abbia avuto un'accelerata da febbraio in poi: all'epoca il leghista era a quota 25%, il leader dei 5Stelle al 29%. Eppure, il capogruppo della Lega alla Camera e braccio destro di Matteo Salvini è uno che possiede l'arte della mediazione nel Dna. Sono l'una e l'altra tattiche dettate dalla situazione: Di Maio prova a ventilare ipotesi alternative per far pressione su Salvini; Salvini, al contrario, le ipotesi alternative le deve bocciare sonoramente per scoraggiare quanti, dentro Forza Italia, spingono per incarichi "istituzionali". Il Cavaliere - è chiaro - non sa fare la spalla: prova sempre a prendersi tutta la scena. Ma che cosa vorrebbero gli italiani?

Bernini: "Governo con 5S solo se ci sarà riconoscimento pubblico di Berlusconi"
Il leader degli azzurri rende merito anche a tutti i candidati del centrodestra che "hanno deciso di mettersi a disposizione dei molisani.


Cugino del banchiere Massimo Ponzellini, tifoso doc del Varese Calcio e laureato alla Bocconi, ha attraversato le varie stagioni del Carroccio, dai ruggenti anni di Umberto Bossi alla Lega "senza" Nord di Salvini, ricoprendo a lungo il ruolo di capo lombardo del movimento. E' per questo che secondo questo sondaggio la coalizione del centrodestra si ferma al 36,6. E succede che per la prima forza politica - il M5s - la percentuale sale dal 34 al 44 per cento: cifre raggiunte in passato solo da un grande partito di massa come la Democrazia Cristiana. Al contrario del centrosinistra che, così come si è presentato al voto, sarebbe oggi al 18% contro il 22. O infine un cambio di strategia, qualcosa che spinga i Cinque Stelle a rinunciare al veto assoluto nei confronti di Forza Italia e/o che consenta alla Lega di prendere le distanze da Forza Italia. Per il Pd, al Colle, Martina: "Governi chi ha vinto le elezioni". Probabilmente, l'unica maniera per non andare a sbattere è questa: i Cinque Stelle non possono pensare di ottenere insieme la guida dell'esecutivo, la riduzione della Lega a junior partner e il centrodestra spaccato. Non limitandosi a rivendicare di essere arrivati primi, ma costruendo sul piano programmatico un'intesa che Forza Italia potrebbe aver difficoltà a digerire (sulla giustizia, ad esempio, o sui migranti, o in materia di conflitto di interessi). L'idea è quella di creare una nuova classe politica dirigente.La scuola nasce da un'idea di Matteo Adinolfi coordinatore provinciale di Latina che si rifà alla scuola di formazione fondata dal senatore Armando Siri della Lega; le lezioni avranno cadenza settimanale e sono previsti corsi di aggiornamento anche per gli Amministratori.

Latest News