Appalti truccati: arrestati due sindaci, coinvolto un imprenditore bresciano

Appalti truccati: arrestati due sindaci, coinvolto un imprenditore bresciano

Appalti truccati: arrestati due sindaci, coinvolto un imprenditore bresciano

Secondo quanto è emerso dalle indagini, condotte dal pm Gianluigi Dottori in collaborazione tra i carabinieri della Compagnia di Zogno e i finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Bergamo, i due sindaci - ex amministratori della società Brembo Super Ski - avrebbero messo in piedi un un sistema criminoso per conseguire fondi pubblici in danno della regione Lombardia e truccare appalti. Accuse gravissime che vedono anche "atti pubblici, abuso d'ufficio e bancarotta fraudolenta per il fallimento" della Brembo Super Ski, una partecipata della Bergamasca.

Da ciò che emerge, pare che i sindaci di Foppolo e Valleve avrebbero rendicondato false spese ed investimenti per un valore complessivo di circa 16 milioni e mezzo di euro. Inoltre, è stato scoperto un trasferimento di circa 700mila euro dalla Brembo Super Ski, poi fallita, in favore di una società di Hong Kong, giustificata da una presunta attività di ricerca di investitori asiatici.

Non sono certo gli unici coinvolti nelle indagini e inseriti nel registro degli indagati: i due sindaci avrebbero infatti agito con alcuni complici, come una dipendente del Comune di Foppolo e la moglie del sindaco di Foppolo, ritenuto promotore del sodalizio criminale.

Clamoroso dall'Argentina: il Boca Juniors sogna Gigi Buffon
Il quotidiano importante Olé oltre al Clarin e Radio Continental hanno lanciato la notizia. Rossi è il portiere attuale del Boca e non convince ne il tecnico ne i tifosi.


A chiudere il cerchio all'attenzione degli inquirenti anche una gara bandita dal Comune di Foppolo per il riposizionamento di una telecabina di 12 posti sul nuovo percorso "Ronchi-Montebello", che nel luglio 2016 fu distrutta a causa di un incendio doloso. Le indagini hanno fatto emergere un importante quadro indiziario che lascerebbe ipotizzare un accordo collusivo tra il sindaco, responsabile unico del procedimento e un imprenditore bresciano, aggiudicatario ed unico partecipante alla gara. Sarebbe coinvolta anche un'impiegata comunale che aveva istruito la procedura e curato gli atti amministrativi per affidare i lavori. Nel mirino sono finiti anche i lavori e il coordinamento della sicurezza per lo stesso cantiere della telecabina.

In questo caso, spiegano gli inquirenti, risulterebbe accertato un accordo collusivo tra il sindaco di Foppolo e l'unico ingegnere partecipante, nonché aggiudicatario del bando, che avrebbe operato in concorso con il fratello. Operazione con la quale, in realtà, sono stati distratti fondi ai danni dei creditori. Entrambe i professionisti sono stati destinatari del provvedimento di sospensione temporanea dall'esercizio della professione nei confronti di pubbliche amministrazioni.

Latest News