Caos in serie A: a rischio la copertura tv

Caos in serie A: a rischio la copertura tv

Caos in serie A: a rischio la copertura tv

L'assegnazione dei diritti tv per il prossimo triennio del campionato di Serie A è piombata nel caos.

Con provvedimento emesso in data 16 aprile 2018, soggetto a discussione in udienza, il Tribunale di Milano ha sospeso la procedura competitiva di assegnazione dei contenuti audiovisivi disposta da MediaPro Italia con bando del 6 aprile 2018, fissando l'udienza di comparizione delle parti per il 4 maggio 2018. La sospensiva inevitabilmente provoca lo slittamento ulteriore dei tempi per l'assegnazione dei diritti tv. Dal canto suo, il tribunale ha accettato il ricordo di Sky in virtù della grande rilevanza dell'operazione e della sua proiezione in un ampio arco temporale.

Due i punti chiave del ricorso presentato dall'emittente di proprietà di Rupert Murdoch: la possibilità di Mediapro di gestire la raccolta pubblicitaria, offrendo un prodotto chiavi in mano agli operatori, e l'assenza nel bando dei prezzi minimi nel bando per gli operatori. La conseguenza peggiore di questo rinvio può essere di arrivare all'inizio del prossimo campionato, che partirà il 19 agosto, senza una copertura televisiva.

Nave ong Proactiva dissequestrata. Gip: "Giusto non riportare migranti in Libia"
L'inchiesta riguarda il rifiuto della nave di consegnare i migranti alle motovedette libiche intervenute sul luogo del soccorso o a Malta .


"La nostra volontà è di continuare a contribuire alla crescita del calcio italiano, per lanciare nei prossimi giorni una grande offerta economica che possa garantire il futuro dei club sportivi, oltreché la qualità, la creatività e l'autonomia editoriale e giornalistica, la competizione industriale, agendo, senza scorciatoie, sempre nel rispetto dei valori della libertà di mercato e di tutte le leggi" continua il comunicato rilasciato da Sky.

La stessa azienda milanese ha annunciato l'accettazione del ricorso in una nota "Il bando solleva così tante perplessità da rendere necessario verificarne la legalità prima di presentare importanti offerte".

LA NOTA DI SKY - Sulle ultime evoluzioni della vicenda, Sky Italia ha diffuso questa nota: "Sky sottolinea di voler continuare a garantire agli abbonati un prodotto di qualità, nella piena libertà e autonomia giornalistica e editoriale in un sistema non discriminatorio e di libera concorrenza fra gli operatori".

Latest News