Francesco Totti ad Amici: "Contro il Barcellona ci davano per perdenti"

Totti punge gli spagnoli: «Da “Bonbon” abbiamo fatto un'impresa»

Totti, frecciata a Spalletti: “Panchina? Gli ultimi due anni avevo il cuscinetto”

Francesco Totti, dirigente della Roma, è intervenuto nel corso della trasmissione 'Amici' in onda su Canale 5. Ci davano tutti per perdenti, a inizio sorteggio il Barcellona era abbastanza contento di aver beccato la Roma. "La prima partita è andata come tutti si aspettavano...", dice Totti.

In studio, lo storico numero 10 della Roma ha rivissuto i momenti delle due gare con il Barça: "Viene la pelle d'oca a riguardare i gol - ha detto Totti visibilmente emozionato - è stata una partita molto memorabile".

Quanti sacrifici hai fatto per arrivare dove sei arrivato?

La Guardia di Finanza alla Ladispoli 1 con 'Finzy il grifone finanziere'
Dall'esame della documentazione sono emerse false dichiarazioni per un totale di 100 mila giornate lavorative. A fronte di una previsione di 20 ore settimanali, quelle effettuate erano invece almeno 48.


"Nel nostro mondo bisogna farne tanti". Vedendo loro, credo che ne abbiano, di obiettivi. Gli ultimi due anni avevo il cuscinetto (ride, ndr). Da piccolo volevo fare il calciatore, fortunatamente ci sono riuscito anche perché so fare solo quello. Dovevo far notare al mister che sbagliava.

Morandi: Abbiamo giocato spesso insieme, ma non ti ho mai sentito cantare?

Apro sì la bocca, quando sto solo canto, spero pure di cantar bene. Io quella finale l'ho vista a casa, sul divano. E sul Liverpool:"Il calcio è bello perché dà un'altra possibilità, anche se non è una partita secca". Infine, anche un ricordo doloroso: "Dopo un infortunio come quello che è successo a me nel 2006 cambi atteggiamento e mentalità riesci a trovare carattere, motivazione". Se hai un obiettivo per il tuo futuro tante cose le devi mettere da parte. "Mi feci male a marzo 2006, a maggio ero pronto per il Mondiale".

Latest News