Open Fiber e Vodafone, banda ultralarga in 271 città e ulteriori

Elisabetta Ripa Amministratore Delegato di Open Fiber

Elisabetta Ripa Amministratore Delegato di Open Fiber

Open Fiber, è da sottolineare, tranne quando fa gli accordi con i singoli operatori, lavora come un operatore di banda larga all'ingrosso, ovvero porta la fibra e le connessioni relative anche wifi, ma poi è il singolo utente che può decidere con quale operatore collegarsi.

E che sia un periodo di grandi novità è dimostrato anche dalla approvazione da parte del consiglio d'amministrazione di Open Fiber del mandato di sottoscrizione con le banche BNP Paribas, Société Générale e Unicredit per un Project Financing da 3,5 miliardi di euro, della durata di 7 anni, da finalizzare nel corso dei prossimi mesi al completamento dei processi autorizzativi da parte della Banca Europea degli Investimenti.

Enel e Cdp pronti a rifinanziare?

Wind Tre è l'azienda che per prima ha commercializzato servizi su fibra Open Fiber per i comuni di Buccinasco, Opera e Rozzano. "Il modello di rete indipendente, alternativa alla rete in rame, rappresentato da Open Fiber apre la competizione sulla rete di accesso e stimolerà sempre più investimenti orientati all'innovazione dei servizi", ha commentato l'amministratore delegato di Vodafone Italia Aldo Bisio.

International Champions Cup, UFFICIALE: le avversarie della Juve, date e partite
La Roma affronterà Barcellona, Real Madrid e Tottenham nel corso dell'International Champions Cup 2018 , il torneo negli Stati Uniti che riunirà ancora una volta i migliori club del calcio europeo.


Nelle aree nere, Cluster A e B, Open Fiber è presente in 4 città (Milano, Torino, Bologna con Metroweb e Perugia) e lavora in 9 altri capoluoghi (Venezia, Padova, Genova, Firenze, Bari, Catania, Palermo, Cagliari, Napoli) dove si prevede di terminare i lavori entro l'inizio del 2019. A questi comuni, come ci tiene a fare sapere la stessa Open Fiber, occorre aggiungere quelli inclusi nei bandi Infratel per le aree C e D.

Una partnership strategica chiaramente che permetterà a Vodafone di favorire la progressiva migrazione sulla rete Open Fiber dei clienti per una validità che si protrarrà fino al 2031.

Vodafone e Open Fiber hanno annunciato la loro collaborazione per lo sviluppo in Italia dei servizi di Banda Ultra Larga in modalità FTTH ossia Fiber To The Home. Vodafone potrà estendere ulteriormente la sua offerta di servizi in FTTH, disponibili già oggi per oltre 2 milioni di famiglie e imprese nonché rafforzare il suo posizionamento come operatore pienamente convergente. Laccordo conferma inoltre la competitività del modello wholesale che offre a tutti gli operatori piena parità di accesso ad una rete estremamente performante per sviluppare i propri servizi di TLC”.

Latest News