Da accusatore ad accusato. Si dimette il procuratore di New York

Il procuratore generale di New York Eric Schneiderman

Il procuratore generale di New York Eric Schneiderman

Spesso i fatti si sarebbero verificati dopo il consumo di alcol. Senatore dello stato di New York dal 1998 al 2010, Schneiderman era diventato il 65esimo attorney general di New York nel 2011. E ha dichiarato che avrebbe minacciato di ucciderla se avesse rotto la relazione con lui. Ed un suo portavoce ha escluso che il procuratore abbia mai minacciato nessuno.

Due di loro hanno raccontato al New Yorker che durante i rapporti sono state strette al collo e colpite ripetutamente.

Inter, Ausilio: "Futuro Icardi? Non metto mai la mano sul fuoco"
Su Inter-Juve non abbiano fatto alcuna polemica con loro, dicendo solo ciò che volevamo dire in modo educato. Ora l'Inter è una squadra matura, non dimentichiamoci che il nostro progetto è partito da un anno.


Un nuovo capitolo si aggiunge allo scandalo molestie sessuali, balzato alle cronache negli Stati Uniti lo scorso autunno in seguito alle denunce contro Harvey Weinstein. Il procuratore, oppositore convinto del presidente Donald Trump, aveva preso parte al movimento #MeToo facendo causa per violazione dei diritti civili, discriminazione e abusi sessuali alla Weinstein Company, la compagnia di produzioni cinematografiche con sede a New York. Queste ultime, con le quali in passato aveva instaurato una relazione sentimentale, hanno parlato di maltrattamenti e violenze fisiche sulle colonne del tabloid New Yorker. A chiedere un suo passo indietro è stato anche il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, democratico pSure lui. Entrambe avrebbero avuto bisogno di alcune medicazioni. Il procuratore ha negato senza esitazione ogni abuso, precisando che quanto accaduto è stato consensuale e che si è trattato di giochi erotici avvenuti tra due amanti: "Nella privacy di alcune relazioni intime mi sono trovato coinvolto in alcuni giochi di ruolo e altre attività sessuali consensuali". Parole che non sono bastate per cancellare il polverone nato dalle dichiarazioni delle quattro accusatrici.

Latest News