Bomba d'acqua a nord di Milano, a Legnano le strade come fiumi

Aggiornamento ore 20.10 Ancora continui cali di tensione in citt

Aggiornamento ore 20.10 Ancora continui cali di tensione in citt

I chicchi non hanno avuto le dimissioni di quelli che hanno colpito nei giorni scorsi l'alto novarese provocando importanti danni alle coltivazioni, specialmente alla floricultura, ma sono stati sufficienti per mettere in allarme chi ha orti e giardini. Come si vede in diversi video pubblicati sui social, un'abbondante grandinata si è abbattuta sul legnanese, coprendo le strade di un manto bianco che sembrava neve.

Terremoto, scossa 2.8 a Pianopoli nel Lametino
La scossa, di magnitudo 3 .0, è avvenuta alle ore 19.59, con epicentro a Pieve Torina, in provincia di Macerata. Le coordinate geografiche sono: (lat, lon) 38.95, 16.42 e si è verificato ad una profondità di 9 km.


Una "bomba d'acqua" di forza inaudita e improvvisa ha colpito, nel tardo pomeriggio di mercoledì 9 maggio, la zona a nord di Milano e in particolare il Comune di Legnano. Come riportato dal Corriere della Sera, è monitorato e sono state allertate le squadre di Protezione civile, le pattuglie della Polizia Locale e la squadra del servizio idrico della metropolitana. La gran pioggia ha danneggiato anche il teatro comunale "Tirinnanzi", dove è caduto il controsoffitto; fortunatamente la sala era vuota.In serata la situazione è tornata lentamente alla normalità. Disagi quindi in tutta la città, oltre che in altri paesi, come Rescaldina. Per il violento nubifragio corso Italia, in pieno centro, tra le 18.30 e le 19, si è trasformato in un vero fiume, anche a causa dei tombini esplosi: si sono allagate decine di cantine, negozi e parcheggi sotterranei. Una donna è rimasta intrappolata in un'automobile in un sottopassaggio allagato e solo l'intervento di un passante è riuscito a salvarla, rompendo il finestrino e tirandola fuori.

Latest News