Papa Francesco a Nomadelfia e Loppiano

Papa Francesco a Nomadelfia e Loppiano

Papa Francesco a Nomadelfia e Loppiano

È un piccolo seme gettato nei solchi della storia e già germogliato e rigoglioso, ma che deve mettere radici robuste e portare frutti sostanziosi, a servizio della missione di annuncio e incarnazione del Vangelo di Gesù che la Chiesa oggi è chiamata a vivere.

È iniziata la visita di Papa Francesco a Loppiano: con l'elicottero proveniente da Nomadelfia il Pontefice è atterrato al campo sportivo della cittadella dei Focolari, sulle colline di Incisa, dove è stato accolto da Mons. E sul sagrato del santuario a precedere le parole di Francesco, l'indirizzo di saluto della presidente del Movimento, Maria Voce. Poi alcune testimonianze di cittadini di Loppiano e migranti, che nella cittadella hanno trovato ospitalità. Dopo un breve tragitto in papamobile Bergoglio si è diretto al santuario Maria Theot¢kos, la chiesa della cittadella di Loppiano intitolata alla Madre di Dio e voluta dalla fondatrice dei Focolari Chiara Lubich, per una breve sosta di preghiera. Poi le domande a cui "il Papa ha dato ampie risposte - dice ai nostri microfoni - dandoci linee precise".

Un ragazzo [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, Ladyblitz - Apps on Google Play] è stato identificato dopo aver lanciato dell'acqua contro il corteo papale che stava sfilando a Loppiano, in provincia di Firenze, nella comunità fondata da Chiara Lubich.

TERRORISMO, Cellula integralista islamica anche in Sardegna: 14 arresti in tutta Italia
Una vasta operazione contro il terrorismo è scattata alle prime luci del giorno in tutta Italia . Sono state sgominate due cellule , collegate tra loro, che operavano in Lombardia e Sardegna .


"Vogliamo presentare al papa questa piccola città - spiega Maria Voce, presidente dei Focolari - la prima nata di altre 24 sparse nel mondo e che vuole offrire un modello di convivenza fondato sui principi evangelici di solidarietà e fraternità, certamente unico, ma esportabile e diffusivo". Siamo chiamati tutti a diventare degli artigiani del discernimento comunitario. "E anche nelle relazioni dentro la comunità occorre essere sempre sinceri, franchi, non paurosi né pigri".

Infine, prima di lasciare Loppiano, un saluto spontaneo del Pontefice anche ad alcune delle persone presenti, che si è avvicinato alla gente ed ha stretto mani. Perché, aggiunge a braccio, "l'umorismo è l'atteggiamento che più si avvicina alla grazia di Dio". La sfida, per il Papa, "è quella della fedeltà creativa: essere fedeli all'ispirazione originaria e insieme essere aperti al soffio dello Spirito Santo e intraprendere con coraggio le vie nuove che lui suggerisce".

Latest News